Umorismo: La nuova Harley Davidson di Brigitte Bardot!

Domenica erano gli 80 anni della Bardot. Forse troverete che ho un umorismo particolare, ma questo sketch, visto sabato sera, che rende omaggio al nostro sex symbol degli anni 60, mi ha fatto morire dal ridere. La canzone di Gainsbourg interpretata da Bardot è semplicemente perfetta. D’altronde, non si sente sul video, ma il conduttore di concludere: “un bell’esempio, è una donna del suo tempo, nonostante la sua età, lei va all’elettrico!”

 

Annunci

In cucina con Alex : Entremets al limone per la festa della mamma !

In Francia, il 25 maggio è la festa della mamma ed è anche il compleanno di mia madre. Non ho ancora capito perché la tizia si è decisa a nascere proprio il giorno della festa della mamma. Mistero. Lei ha avuto la faccia tosta di chiamarmi per richiedere un entremets al limone per questo doppio evento. Quindi ho trascorso il mio sabato pomeriggio in cucina. Forse vi chiedete cos’è un entremets ? Direi  che è un dolce che veniva servito prima il dolce quando i francesi erano delle buone forchette cioè nell’ottocento, oggi è semplicemente un altro nome per dire dolce. Notate che spesso negli entremets c’è del pan di Spagna, qualcosa che non apprezzo molto e che è una delle ragioni per cui non potrei mai vivere in Italia. Forse l’idea è sbagliata, ma ho l’impressione che in Italia mettete del pan di Spagna in tutti i dolci ! Oggi, ho fatto  un’eccezione per mia mamma….

IMGP9730

Il dolce non è difficile da realizzare, ma diciamo che ci sono degli strati : il pan di Spagna, la mousse al limone, il craquelin che come il suo nome indica dà il croccante, il lemon curd, il glaçage cioè la copertura fatta con dello zucchero e il succo di limone.

Gli ingredienti :

Per il pan di Spagna (si chiama gênoise in francese)

  • 3 uova
  • 110 g di zucchero
  • 100 g di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Per la mousse al limone

  • 40 cl di panna acida liquida
  • il succo di 2 limoni e di 1 limone verde
  • 150 g di zucchero
  • 4 foglie di gelatina

Per il craquelin 

  • 10 biscotti inglesi tipo McVities
  • 2 cucchiai di burro

Per il lemon curd

  • 35 g di succo di limone
  • 15 g di acqua
  • 100 g di zucchero
  • 25 g di burro
  • 1 cucchiaio di farina
  • 3 gocce di mandorla amara

Per il glaçage

  • il succo di 1 limone
  • 3 cucchiai di acqua
  • 1 foglia di gelatina
  • 3 gocce di colorante alimentare

IMGP9731

Prima tappa : il pan di Spagna

Preriscaldate il forno a 150 gradi. In una ciotola, montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso (in francese questa operazione si chiama “blanchir”).

IMGP9733

Aggiungete la farina e il cucchiaino di lievito per dolci. Mescolate il tutto delicatemente.

IMGP9734

Versate la preparazione in uno stampo per dolci già imburrato e infarinato.  Infornate per circa 40 minuti.

IMGP9746

Il risultato. Tagliate il pan di Spagna in due dischi con un coltello da pane e riservate.

IMGP9735

Seconda tappa : la mousse al limone

Spremete il succo dai limoni e versatelo in una casseruola con  lo zucchero.

IMGP9737

Fate scaldare il tutto fino ad ottenere uno sciroppo senza residui di zucchero

IMGP9738

In una scodella, ammollate la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti.

IMGP9741

Poi, incorporate la gelatina nello sciroppo, mescolate bene con una frusta. Lasciate raffreddare.

IMGP9739

Versate la panna acida liquida in una ciotola.

IMGP9740

Montatela fino ad ottenere una crema chantilly. Aggiungete lo sciroppo, mescolate bene. Riservate la mousse al limone in frigo

IMGP9743

Terza tappa : il craquelin 

Sbriciolate i biscotti inglesi

IMGP9744

Aggiungete il burro e lavorate il tutto con la mano. Abbiamo il nostro craquelin !  Mettete la preparazione in frigo.

IMGP9747

Quarta tappa : il lemon curd

In una casseruola, mettete sul fuoco il succo di limone, l’acqua, lo zucchero e la farina. Mescolate bene per evitare i grumi.

 

IMGP9749

Aggiungete il burro e le tre gocce di mandorla amara. Riservate e lasciate raffreddare. Bene, abbiamo tutto. Resta a realizzare il montaggio dell’entremets.

IMGP9752

Cominciamo con un disco di pan di Spagna in cui viene spalmato il lemon curd

IMGP9753

A questo punto, vi consiglio di utilizzare un anello da pasticceria. Disponete il craquelin

IMGP9754

Poi la mousse e riservate l’entremets in frigo.

IMGP9756

 

L’indomani, per esempio, potete fare il glaçage. In una casseruola, fate scaldare il succo di limone con tre cucchiai di zucchero. Ammollate una foglia di gelatina in acqua fredda per 5 minuti, poi mettetela nello sciroppo. Aggiungete 3 gocce di colorante. Mescolate bene. Lasciate raffreddare e quando lo sciroppo comincia a gelificare, potete versarlo sull’entremets. riservate di nuovo l’entremets in frigo. Ultima tappa : fate tostare qualche mandorla sfilettate per la decorazione.

IMGP9764

Buon appetito !

Canzone : il tempo del mughetto

In francia è di tradizione di offrire il primo maggio un rametto di mughetto a tutte le persone che amiamo. E io ho pensato di regalarvi, in questo giorno particolare, non un triste rametto di mughetto virtuale, ma la canzone : il tempo del mughetto, interpretata dalla più famosa attrice bordolese di tutti i tempi : Danielle Darrieux e che festeggia il suo compleanno oggi. Buon primo maggio a tutti(e) !

Politica : 21 aprile, un giorno storico per tutte le francesi !

 

 

70 anni fa, il 21 aprile 1944, il diritto di voto era accordato alle francesi da un’ordinanza del governo provvisorio sistemato ad Algeri e che autorizzava per la prima volta le donne a votare ea presentarsi alle elezioni. Il 29 aprile 1945, le francesi votarono per la prima volta all’occasione delle elezioni amministrative. Qualche mese dopo, il 21 ottobre 1945, loro parteciparono allo scrutinio nazionale.

Ovviamente, gli oppositori al diritto di voto alle donne erano gli stessi che, l’anno scorso, si sono opposti alla legge sul matrimonio gay. Queste Cassandre annunciavano addirittura la fine della famiglia e della “civiltà” francese. Risultato ? Niente. La “civiltà” francese non è crollata dopo le elezioni del 1945 e non è crollata dopo la legge sul matrimonio gay. Francamente, se dovessi fare un elenco di tutte le cretinate sparate durante i dibattiti sulle leggi che hanno rappresentato un progresso sociale nella storia di Francia dalla Rivoluzione francese, una vita non mi basterebbe. Ma, comunque, all’occasione dei 70 anni di questo compleanno, vi ho tradotto il brano di una tesi, scritta all’inizio del novecento da un deputato della Champagne – danno alla testa le bollicine di Champagne -, Emile Morlot, intitolata : Della capacità elettorale.

Invano si pretende che l’uguaglianza civile accordata alla donna ha come corollario necessario la sua emancipazione politica. E’ ignorare completamente il ruolo della donna nell’umanità. Destinata alla maternità, fatta per la vita di famiglia, la dignità della sua situazione sarà quanto più grande che lei non andrà a comprometterla nelle lotte del forum e nei casi della vita. Dimenticherebbe fatalmente i suoi doveri di madre e i suoi doveri di moglie, se abbandonasse il focolare domestico per correre sul podio. Non ci apporterebbe  d’altronde la moderazione del linguaggio e la nitidezza delle concezioni, che sono indispensabili negli usi parlamentari. D’altra parte, introdurrebbe nella famiglia un elemento di scioglimento, che le farebbe perdere la legittima influenza che esercita sul padre di famiglia la donna rispettabile, che è l’onore della casa. Da nessuna parte il ruolo della donna fu meglio compreso che a Roma ; venerata e venerabile nella vita privata, la matrona romana non era niente nella vita pubblica e mai ella sognò di compromettere la maestà del focolare domestico nel fango dei comizi. Queste usanze, fortunatamente, sono ancora le nostre e la condanna della teoria che combattiamo è quella che pronuncia ogni giorno la stragrande maggioranza delle donne. Abbiamo dunque perfettamente ragione di escludere le donne e le persone che, per la loro scarsa maturità mentale, non possono prendere una parte intelligente nella condotta degli affari pubblici…(Emile Morlot).