Canzone : Il lamento delle ragazze di vita.

ya van desplumados

Cliccate la stampa di Francisco Goya : Ya van desplumados (los caprichos) per ascoltare  Barbara interpretare la canzone di Brassens : Il lamento delle ragazze di vita. Sotto la traduzione in italiano della canzone.

Sebbene quegli stronzi di borghesi [bis]
Ci chiamino ragazze di vita [bis]
Non è che tutti i giorni ci divertiamo,
parola mia,
non è che tutti i giorni ci divertiamo.

Poiché, pur avendo zampe da gru [bis]
Andare su e giù per le strade [bis]
È faticoso per le gambe
Parola mia
È faticoso per le gambe

Non solo abbiamo calli [bis]
Occhi di pernice; ma ancora [bis]
È pazzesco cosa consumiamo di scarpe
Parola mia
È pazzesco cosa consumiamo di scarpe

Ci sono dei clienti, dei sozzoni [bis]
Che non si lavano mai [bis]
Eppure li dobbiamo coccolare
Parola mia
Eppure li dobbiamo coccolare

Dobbiamo fargli “scaletta” [bis]
Per farli sentire al settimo cielo [bis]
I soldi non crediate che li rubiamo
Parola mia
I soldi non crediate che li rubiamo

Siamo disprezzate dalla gente [bis]
Siamo strapazzate dai piedipiatti [bis]
E minacciate dalla sifilide
Parola mia
E minacciate dalla sifilide

Sebbene tutta la vita facciamo l’amore [bis]
Ci sposiamo venti volte al giorno [bis]
Non ci godiamo mai la festa
Parola mia
Non ci godiamo mai la festa

Figlio di una smorfiosa e di un deficiente [bis]
Non ridere della povera Venere [bis]
La povera vecchia baldracca
Parola mia
La povera vecchia baldracca

C’è mancato poco, caro mio [bis]
Che questa puttana non fosse tua madre [bis]
Questa puttana che tu prendi in giro
Parola mia
Questa puttana che tu prendi in giro.

Annunci