Parigi : tra il boulevard Saint-Germain e la rue des écoles, al numero 5 della rue des Carmes…

Secondo la bacheca di WordPress, il post più ricercato in questo momento è quello dedicato ad Ungaretti e Moammed Sceab, scritto tre anni fa. Quindi se volete rileggerlo, vi invito a cliccare l’immagine sotto della rue des Carmes :

ruedescarmes

E se avete l’occasione di visitare il quartiere Latino a Parigi, fate un salto fino alla rue des Carmes per vedere l’albergo dove soggiornarono Ungaretti e Moammed Sceab.

 

Annunci

Estuario : Più leggero di un sughero tra i flutti danzavo…

Ieri sera, sono andato a restituire dei libri alla biblioteca di Bordeaux e a pianterreno c’è una piccola mostra chiamata “Itinérances”  dedicata a Arthur Rimbaud ed a Henri de Monfreid. Il fotografo Bernard Guillé è tornato in Africa orientale, sui luoghi stessi dove hanno vissuto, a trent’anni di distanza, il poeta dalle stuole di vento e lo scrittore pirata e trafficante di Hashish. Gli scatti di Bernard Guillé sono bellissimi e sono illustrati con dei brani delle opere dei due scrittori. Ne sono rimasto tanto impressionato che ho avuto voglia di plagiare l’idea per un post. Ovviamente, non sono mai andato a Addis Abeba o Aden, non conosco le acque del Mar Rosso, ma conosco le tempeste nel golfo di Biscaglia (e ne hanno attraversato delle tempeste questi due scrittori) e quattro versi di Arthur Rimbaud imparati a scuola tanti anni fa.

girondeestuaire

Conosco i cieli che si squarciano in lampi e le trombe

E le risacche e le correnti: conosco le sere,

le Albe esaltate tali a un popolo di colombe,

E ho visto a volte ciò che umano ha creduto di vedere […]

Il 9 aprile 1821 nasceva Charles Baudelaire….

Se volete rileggere il mio post : “Quando Baudelaire maltrattava il suo gatto” oppure se volete leggere le bozze di stampa dei fiori del mal con le annotazioni manoscritte di Baudelaire, cliccate sulla testa di Baudelaire o sulla carogna ai suoi piedi, nella vignetta sotto. Per quanto riguarda Bordeaux e dintorni, il blog tornerà dopo qualche giorno di riposo. Niente di grave. Ma anche i bordolesi possono essere colpito dallo spleen, no ?

charles baudelaire

La dernière fois

chemins de fer

à Rebecca

Je t’ai vue, la dernière fois, dans le wagon encore ouvert,

Parmi le troupeau effrayé, les visages des enfants juifs,

Je n’ai pu te tendre la main même pour le dernier voyage

Déjà le camion refermé m’emportait vers la grande route.

Et je ne savais pas que c’était la dernière fois,

Le dernier voyage de tous nos rêves,

Vers nous les monts semblaient bleuis de froid,

Et près d’eux, sur le ciel, crachaient les crématoires.

Isaie Spiegel