Italia : 25 aprile, la giornata della liberazione dal nazifascismo.

In occasione del 69° anniversario della Liberazione dell’Italia dal giogo nazifascista, vi propongo un piccolo film dell’archivio cinematografico francese datato del primo gennaio 1945 e che racconta la liberazione di Firenze in agosto 1944.

 

A Firenze verso Berlino. Sudafricani, Neozelandesi, le prime truppe ad entrare a Firenze vengono da lontano. Ma qualunque sia il campo di battaglia, ogni uomo libero combatte per la libertà, per la dignità di tutti i suoi fratelli. Un quinto soltanto della città si trova sulla sponda sud. Il nemico ha dichiarato la città aperta ciò che non impedisce che la città sia difesa da cecchini appostati ovunque. Il Ponte Vecchio rimane il solo che il nemico non abbia fatto saltare poiché era troppo stretto per i carri armati. Dentro Firenze, i patrioti italiani, sotto la barba dei tedeschi, sono riusciti a mantenere, da una riva all’altra, una linea telefonica con gli alleati. Per quanto riguarda la popolazione fiorentina, sembra preferire alle aggressioni fasciste, la libertà ritrovata e il ritorno domani nella famiglia delle nazioni pacifiche.

Buona festa a tutti !

 

 

 

Annunci

L’Italia ai tempi delle diligenze !

IMGP7086

Un amico, in vacanza in Italia, mi ha inviato questa veduta aerea di Piazza del Campo a Siena. Sapete quanto tempo ha messo la cartolina per percorrere la distanza Siena-Bordeaux ? più di due mesi ! E ancora devo stimarmi fortunato perché l’ho ricevuta ! Inviare una cartolina postale dall’Italia verso la Francia è come giocare alla roulette russa : una volta su due la cartolina non arriva mai oppure con tanto ritardo che la persona che l’ha inviata non si ricorda nemmeno di avere fatto una vacanza in Italia ! Nel 2001, durante una vacanza in Italia, avevo inviato una cartolina postale ad una persona che la sta ancora aspettando. Da allora, la persona mi considera un cafone per questa storia di cartolina persa dalla Posta italiana. Devo dire che non è una cosa piacevole ! Forse pensate che il disagio è minimo, ma quando i disagi di questo tipo si accumulano, ti fanno addirittura rinunciare ad una vacanza in Italia !

IMGP7087

Il francobollo costa 70 centesimi in Italia e 58 centesimi in Francia, ma notate che comprare un francobollo da 85 centesimi non fa arrivare la cartolina più presto ! E Inutile lamentarsi presso la Posta italiana per il ritardo ! In Francia fa fede il timbro postale apposto sul francobollo, in Italia non lo usano !

Carnevale francese e falso amico italiano !

carnevale

Carnevale di Nizza, 1919, i portatori di socca (Appena si attraversa il confine, la socca viene chiamata farinata !)

In questo momento, ogni paese di Francia, ogni scuola, sta organizzando il suo carnevale. In occasione del carnevale, il pubblico lancia nuvole di “CONFETTI” lungo il percorso dei carri e dei bambini. Ovviamente, in Francia, la parola “confetti” ha un senso diverso di quello italiano ! Non lanciamo i confetti che si offrono in occasione di certe cerimonie tipo battesimi, comunioni, cresime, matrimoni…in Italia, e che sono dei piccoli dolci ovali con all’interno una mandorla. Semplicemente, i francesi utilizzano la parola italiana “confetti” per designare i coriandoli ! Forse, mi chiederete : “ma allora, come i francesi chiamiano i confetti, quelli che si offrono in occasione di certe cerimonie…ecc…I confetti “italiani” sono “les dragées” in francese.