In cucina con Alex : Il dolce bordolese dai cento nomi !

Oggi, vi propongo un altro dolce tipico di Bordeaux e del Sud-ovest della Francia, eppure non lo troverete mai in panetteria a Bordeaux perché è un dolce familiare e ne esistono mille versioni e, ovviamente, ogni famiglia ne detiene la ricetta originale, quella autentica trasmessa da madre in figlia dalla notte dei tempi. Questo dolce si chiama Millas o mias a Bordeaux, sulla riva destra dell’estuario della Gironda nelle Charentes scrivono Milloque, nelle landes di Guascogna dicono Milhàs o millas. Sentirete ancora altri nomi per designare questo dolce : millasson oppure milhassou o millassous…ecc…ma è sempre lo stesso dolce e vi consiglio di ritenere la parola “millas” che si pronuncerà per un italiano : mi-yassss. Una volta, a Bordeaux anche i canelé,  che si scrivono con una sola N da noi, si chiamavano millas. Di solito, il millas bordolese si fa con la farina di grano e il millas landese si fa con la farina di mais. Ma non è sempre vero perché c’è gente che mescola la farina di mais e quella di grano….All’origine, il millas si faceva con la farina di miglio (milh in guascone) poi il miglio è stato superato dalla comparsa del mais (milhòc in guascone). A Bordeaux il mais è stato sostituito dal grano perché gli abitanti erano più benestanti dei loro cugini landesi. Ma non è il tipo di farina che fa la magia del millas….e adesso basta chiacchiere !

IMGP9264

Ho scelto una versione landese del millas legata a qualche ricordo d’infanzia nei paesi immobili. Come spesso nella cucina del Sud-ovest, la ricetta è abbastanza semplice e veloce. Direi appena 15 minuti di preparazione !

Gli ingredienti :

  • 5 cucchiai di farina di mais
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di miele d’acacia
  • 75 cl di latte intero
  • 5 uova
  • 20 gr di burro
  • qualche goccia d’Armagnac (se volete, potete sostituirlo con qualche goccia d’acqua di fiori d’arancio, darà un tocco più bordolese)
  • 1 pizzico di sale

IMGP9267

Versate la farina di mais in una ciotola. Scaldate il latte senza fare bollire….

IMGP9268

Versate il latte fremente nella farina e mescolate con una frusta  energicamente per evitare i grumi. L’impasto è liquido ? E’ normale ! Preriscaldate il forno termostato 6-7.

IMGP9269

Separate i bianchi dai tuorli. Unite all’impasto i tuorli, il miele, lo zucchero di canna e l’armagnac. La ricetta è quasi finita, manca solo una tappa !

IMGP9270

Montate gli albumi a neve con il pizzico di sale. Incorporate delicatamente gli albumi all’impasto con un cucchiaio di legno.

IMGP9272

Imburrate generosamente uno stampo tipo “moule à manqué” e versateci l’impasto. Infornate per circa 30 a 40 minuti.

IMGP9274

Il risultato dopo circa 30 minuti di cottura !

IMGP9275

Se avete riuscito il millas, ci saranno tre strati : la base avrà una consistenza solida, lo strato centrale avrà un aspetto morbido tra il budino e le uova al latte, lo strato superiore avrà la consistenza del clafoutis. E’  la magia del nostro millas….Buon appetito !

Annunci

7 thoughts on “In cucina con Alex : Il dolce bordolese dai cento nomi !

  1. Bonjour très cher Alex,
    pas de mots…aucun commentaire car je voudrais bien goûter cette merveille ! Faudrait-il revenir à Bordeaux, chez toi, pour en profiter ? Pensa sarei capace di assaggiare e apprezzare anche senza l’aggiunta di …sorrido: lo sai di cosa 🙂

    • Bonjour très chère Francesca !
      Fare la ricetta ti prende 15 minuti ! Ma se hai veramente la nostalgia di Bordeaux, ecco una versione tipicamente bordolese del millas : 75 cl di latte, 12 mandorle amare ridotte in polvere, 5 uova, 5 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai di farina, 1 pizzico di sale, 30 gr di burro per lo stampo. In questa versione le mandorle sono messe nel latte e devi mescolare i tuorli, la farina e lo zucchero prima di aggiungere il latte poco a poco nell’impasto. Poi, i bianchi a neve e cottura a bagno maria termostato 7 per circa 30 minuti.

      Pour te guérir de ton addiction à tu sais quoi, la semaine prochaine, je proposerai un gâteau au chocolat 🙂 aux grands maux les grands remèdes !

      Alex

  2. Grazie Alex, ma non hai detto che me la prepari tu, appena rimetto piede a Bordeaux (tant bien fort aimée) insieme alle canelés, alla galette e a …cos’altro dimentico? Sorrido. Ci provo. (Non so bene dove trovare in Italia la farina di maïs in polvere finissima, qui la farina di maïs è usata per la polenta!). Bonne nuit et à bientôt.

    • Bonjour Francesca,
      C’est parce que cela me semble tellement évident que je n’ai pas besoin de l’écrire, dès que tu es à Bordeaux, je te mets au régime : millas, canelés, savarin et niniche 🙂 Je m’en doutais un peu ! Ici aussi trouver la farine de mais n’est pas si facile, elle ne se vend plus que dans les magasins bio. Il suffit de remplacer la farine de mais par de la farine de blé (c’est pour cela que j’ai inséré la recette du millas bordelais dans le commentaire, il se fait avec de la farine de blé). Autrement, tu peux toujours essayer avec la polenta, pourquoi pas ? cela me semble une bonne idée…

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...