Vino : in cui l’autore di questo blog vi spiega la significazione della stemma di Margaux !

545px-Blason_ville_fr_Margaux_(Gironde).svg

Blasonatura: interzato in pergola rovesciata : nel primo di rosso al leopardo rovesciato d’oro in sbarra, nel secondo d’argento al giglio d’oro, nel terzo losangato di rosso e d’argento attraversato da una rosa al naturale d’argento sostenata da cinque teste di diamante dello stesso disposte in fascia ; la partizione attraversata da uno scaglione d’azurro.

Ogni paesello di Francia ha la sua stemma e Margaux non fa eccezione ; gli elementi presenti sulla stemma di Margaux hanno un senso ben preciso. La stemma che vedete sopra risale al XVIII secolo. Lo scaglione d’azurro evoca il dinamismo di questa cittadina alla fama internazionale. Un terzo dei grandi cru classificati si trovano su questa sottile lingua di terra che costeggia l’estuario della Gironda e che rappresenta appena un decimo del vigneto della penisola del Médoc. Il leopardo raffigura la storia delle relazioni commerciali con l’Inghilterra e il giglio d’oro rappresenta il ritorno della Guascogna nel regno di Francia dopo la guerra dei cent’anni. Anche la schacchiera bianca e rossa raffigura la pace ritrovata tra la Francia e l’Inghilterra intorno all’amore del vino. I cinque diamanti rappresentano i cinque terroir di Margaux perché l’appellazione Margaux è costituita da cinque comuni :  Arsac, Labarde, Cantenac, Margaux, Soussans e un primo grand cru alla famosa classifica del 1855. Il sottosuolo di Margaux è composto da un misto tra sabbia e ghiaia. D’altronde c’è un aneddoto divertente a proposito di questa ghaia : un proprietario eccentrico aveva raccolto dei  ciottoli nel suo vigneto che lui aveva fatto tagliare a forma di diamante. Più tardi il tizio si è messo a decorare i suoi vestiti con i famosi “diamanti” e quando c’era una ricevimento o una cena, l’uomo adorava esibirsi con i suoi diamanti. Credo che sia questa storia all’origine dei diamanti sulla stemma. La rosa non ricorda l’Inghilterra ma i rosai che sono piantati alla partenza dei ranghi di vite nel Médoc e che avevano la funzione di avvertire il viticoltore in caso di malattie della vite. Il rosaio e la vite sono sensibili alle stesse malattie, in particolare l’oidio.

Annunci

9 thoughts on “Vino : in cui l’autore di questo blog vi spiega la significazione della stemma di Margaux !

  1. Bonjour mon très cher Alex,
    tout cela me manque…et puis, boire, goûter et ensuite…cracher aussi (sorrido).
    C’est très intéressant ce que tu écris …non sarei stata capace di spiegare meglio agli italiani in visita da te.

    • Bonjour chère Francesca,
      Conscience professionnelle. Personnellement, je déteste cracher mais j’imagine qu’un guide, qui doit se coltiner toute la journée un groupe d’italiens dans les chais du Médoc et, qui ne crache jamais ne doit plus avoir les idées clairs bien avant d’arriver à Margaux 🙂

      Alex

  2. A parte per le malattie, ricordo che il signore dell’Yquem, spiegava che era anche per una questione di aroma e di essenze che si scambiano amorevolmente (?) le due piante.

  3. Mi fa pensare al Pratylenchus Goodeyi che si è mangiato il 90 per cento dei miei banani. Nel mio stemma dovrei mettere un banano tutto giallo, simbolo dell’epidemia, una fiamma perché per legge ho dovuto bruciare il restante 10 per cento e un quadrato rosso, simbolo del conto in banca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...