Ritorno nel paese di Francesca : terza parte

Bene. Continuiamo la nostra passeggiata nel quartiere di La Bastide, il paese di Francesca. Se avete mancato la prima parte del racconto, cliccate qui. Se volete rileggere la seconda parte, cliccate qui.

IMGP8899

Spesso i turisti che vengono a Bordeaux trovano la città troppo “minerale”, che mancano i fiori ed i giardini. Secondo me, significa semplicemente che non hanno saputo guardare la città. Osservate i palazzi neoclassici sulla riva sinistra del fiume e vedrete che le facciate e i balconi in ferro battuto, che hanno fatto la gloria di Bordeaux, crollano sotto i fiori. E’ solo che i nostri fiori sono di pietra e di metallo e dei fiori naturali nasconderebbero la loro bellezza e l’acqua corroderebbe questi capolavori settecenteschi. Però a Bordeaux, non ci sono solo i palazzi in stile Luigi XVI, c’è un altro stile che fiorisce ovunque in città, anche nei quartieri più modesti : l’Art Déco. Torniamo via Montméjean, la via più antica del quartiere, che risale agli anni 1820 quando è stato costruito il ponte di Pietra, e guardate questo palazzo sopra che ci fa tornare negli anni 1930. A me piace molto questo palazzo Art Déco, mi colpisce, mi fa tenerezza. Gli elementi Art Déco sono modesti ma presenti con questa bellissima corna dell’abbondanza al primo piano e il fior stilizzato sotto, al livello della Porta. Qualcuno in città avrà pensato che anche gli operai avevano diritto a delle case Art Déco, dei giardini e delle scuole. Ma erano altri tempi, quando la parola “socialismo” significava ancora qualcosa…

IMGP8903

Adesso siamo all’angolo tra la via Montméjean e la via Chabrely. Guardate l’ingresso di questo palazzo, avete un’idea di quale tipo di palazzo c’era dietro queste colonne ? Vi do due indizi. l’anno scorso, nel post : Alex nel paese di Francesca, vi avevo mostrato, via Montméjean, un garage e sopra una vecchia scritta : Maniscalco. La via Chabrely sfocia via di La Benauge cioè l’antica strada di Parigi. Un’idea ? Pensate moschettieri !

IMGP8906

Bene. Lasciamo i moschettieri per tornare agli anni 1930 ed ai bagni pubblici di La Bastide, via Etobon-Chenebier. Notate il bellissimo ingresso Art Déco. I bordolesi hanno dovuto aspettare gli anni 1950 per avere l’acqua corrente nelle case, ma non significa che non c’era una rete d’acqua, in ogni strada c’era una specie di idrante dove la gente andava a cercare l’acqua e ovviamente, ogni quartiere, possedeva uno stabilimento di bagno pubblico (bains douches). Quello sopra è stato chiuso solo nel 2001. Oggi, il palazzo ospita il più piccolo Teatro di Bordeaux : il Poquelin Molière. Il direttore è  davvero un personaggio straordinario. Deve essere il tizio più chiacchierone ed esuberante di Bordeaux. Se mentre state passeggiando nel quartiere, sentite qualcuno declamare dei versi di Prévert, è lui ! Il martedì, se avete scritto qualche testo che volete fare conoscere, potete calcare le scene del Teatro Molière. Volete entrare in questo Teatro di tasca ?

IMGP8910

Il più piccolo palcoscenico di Bordeaux ! a destra non lo vedete, ma ci sono ancora tracce degli antichi spogliatoi per le ragazze. Diciamo che dove mi trovo sono già nel  guardaroba ! D’altronde, il direttore mi racconta un aneddoto divertente. Un giorno una coppia telefona per prenotare e dice : due biglietti ma non oltre la nona fila. E il direttore di rispondere : Non preoccupare. Abbiamo una sola fila !

IMGP8914

Qui, in questo palazzo, via Etobon-Chenebier, la gente doveva essere abbastanza benestante perché c’è già un garage. Se cliccate l’immagine, vedrete al numero 25, sotto le finestre del primo piano dei fiori. Ma sono dei dettagli come se l’artista avesse usato lo zoom di una macchina fotografica per ingrandire una piccola parte del fior . Questo modo di raffigurare solo i dettagli dei fiori è  una delle caratteristiche dell’Art Déco.

IMGP8921

Adesso, abbiamo sfociare sul corso “Le Rouzic” dove i palazzi Art Déco sono ovunque. Un esempio con questa casa particolarmente bella. Sempre i dettagli di un fior sopra la porta e la finestra a destra. A me, i petali fanno pensare ad un crisantemo, ma forse vedete un altro fior !  Notate anche la forma rotonda della finestra sopra la porta che sembra formare il centro del fior e sotto la finestra di destra, c’è una giardiniera. Il direttore del Teatro mi ha raccontato che lui ha un amico che fa il censimento di tutte le case Art déco di Bordeaux e una volta, nel quartiere, il tizio ha bussato ad una porta di una bellissima casa Art Déco per chiedere informazioni ai proprietari su questa casa. La signora apre la porta e cade dalle nuvole : Ma come ! Cosa lei mi dice ! Avrei una casa Art Déco…hébé…e la signora tutta eccitata chiama il marito : Ma sai, Marcel, cosa mi sta dicendo il signore ? Che abbiamo una casa…come lei ha detto…Ah sì…Art Déco…e loro, che campavano da una vita in questa casa, escono e, mentre il tizio spiegava gli elementi Art Déco della casa, si mettono a guardare la casa come se non l’avesse mai vista prima. Ma sapete, dice il tizio, che le case Art Déco costano un sacco di soldi in più, quindi se un giorno doveste venderla, non lasciatevi abbindolare e tutti e tre di entrare nella casa per festeggiare la notizia intorno ad un bicchiere di vino…

Spero questa terza parte vi sia piaciuta, forse ci sarà ancora un’altra puntata a questo racconto !

Annunci

4 thoughts on “Ritorno nel paese di Francesca : terza parte

  1. Toute émue ! Merci Alex, il y a des choses dans ton récit que je connais d’autres que je viens d’apprendre. Seguire il tuo racconto mi scalda il cuore. GRAZIE.

    • Alors j’écrirai peut-être une quatrième partie 🙂 C’est bizarre, je n’arrive absolument pas à partager avec les lecteurs du blog (sauf une petite poignée) des aspects plus populaires, plus modestes de la ville de Bordeaux…

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...