Estuario : Più leggero di un sughero tra i flutti danzavo…

Ieri sera, sono andato a restituire dei libri alla biblioteca di Bordeaux e a pianterreno c’è una piccola mostra chiamata “Itinérances”  dedicata a Arthur Rimbaud ed a Henri de Monfreid. Il fotografo Bernard Guillé è tornato in Africa orientale, sui luoghi stessi dove hanno vissuto, a trent’anni di distanza, il poeta dalle stuole di vento e lo scrittore pirata e trafficante di Hashish. Gli scatti di Bernard Guillé sono bellissimi e sono illustrati con dei brani delle opere dei due scrittori. Ne sono rimasto tanto impressionato che ho avuto voglia di plagiare l’idea per un post. Ovviamente, non sono mai andato a Addis Abeba o Aden, non conosco le acque del Mar Rosso, ma conosco le tempeste nel golfo di Biscaglia (e ne hanno attraversato delle tempeste questi due scrittori) e quattro versi di Arthur Rimbaud imparati a scuola tanti anni fa.

girondeestuaire

Conosco i cieli che si squarciano in lampi e le trombe

E le risacche e le correnti: conosco le sere,

le Albe esaltate tali a un popolo di colombe,

E ho visto a volte ciò che umano ha creduto di vedere […]

Annunci

3 thoughts on “Estuario : Più leggero di un sughero tra i flutti danzavo…

    • Dona, approfitto di queste stanze offerte da Alex, per dirti che ho fatto un’incursione da te -ma non volevo intromettermi tra i “nominati”- e ho apprezzato il tuo eptalogo (si chiamerà così un decalogo di 7 elementi????)
      Buona giornata,
      m.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...