In cucina con Alex : tradire Bordeaux per un piatto di lasagne

Un post dedicato a Monica, una lettrice di Bordeaux e dintorni, che mi ha dato l’idea di cucinare i porcini in un modo tanto lontano da quello che faccio abitualmente che sembra provenire da un’altra galassia. E non ridete ! Ma come fanno, i ragazzi del Médoc, per cucinare i porcini che raccolgono nelle antiche foreste di querce della loro penisola ? A Bordeaux esistono solo tre ricette per preparare i porcini : ripieni, in frittata o alla bordolese. E io che ho la mentalità ancora più ristretta in cucina, vi direi che c’è una sola ricetta : i porcini alla bordolese. Punto. “Alla bordolese” significa che i porcini non si fanno cuocere nell’olio ma nel grasso d’anatra ben caldo, poi si abbassa il fuoco, sale, pepe, e a fine cottura si aggiunge un bel trito di prezzemolo e aglio. Più semplice non si  può. La cucina bordolese non è una cucina borghese. Di solito questo piatto è accompagnato con un un magret d’anatra. Oggi, tradisco questa tradizione millenaria dei porcini alla bordolese per tentare una ricetta di lasagne ai porcini. E non è tanto facile, devo farmi violenza. Ci sono due scogli da sormontare : la sensazione di “sprecare” i porcini  associandoli con della volgare pasta e la paura che i miei preferiscono le lasagne. Ovviamente, questa ricetta è adattata ai gusti della Alex’s family 🙂

IMGP8671

Gli ingredienti per 4 persone :

  • 500 gr di porcini (quelli sono stati raccolti lungo il canale che collega il lago di Lacanau a quello di Carcans)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • 1 mazzo di prezzemolo
  • sale, pepe, noce moscata
  • 200 gr di ricotta
  • burro (all’occhio come diciamo in francese cioè quanto ne basta)
  • formaggio groviera
  • 6 foglie secche di lasagne
  • latte, farina e burro per fare la besciamella e credo che abbiamo tutto !

IMGP8674

Fate sudare la cipolla tagliata con il burro, poi aggiungete lo spicchio d’aglio schiacciato….

IMGP8675

e i funghi porcini. Lasciate cuocere una decina di minuti.

IMGP8678

Salate, pepate generosamente, aggiungete il trito di prezzemolo e un bicchierino di vino bianco secco tipo “entre-deux-mers” per noi bordolesi. Lasciate cuocere ancora 5 minuti.

IMGP8680

Preparate la besciamella con la farina, il burro, il latte e la noce moscata. Non ho la pretesa di imparare a fare una besciamella a dei lettori italiani 🙂 e poi l’ho fatta un po’ all’occhio. Dovete soltanto averne abbastanza per fare cuocere le lasagne.

IMGP8679

Quando la besciamella è quasi pronta, aggiungete la ricotta.

IMGP8683

Cospargete il fondo della teglia con uno strato di besciamella alla ricotta, poi uno strato di pasta, uno di porcini, uno di besciamella e coprite con il formaggio. Ripetete il procedimento….

IMGP8685

E cospargete di formaggio groviera. Al forno già preriscaldato a 180 gradi per una quarantina di minuti.

IMGP8690

Il risultato. Questo piatto non è un primo (che non esiste in Francia), ma il piatto principale perché il pranzo francese è composto di : entrata, piatto principale, formaggio o dessert. Queste lasagne ai porcini sono state mangiate con un contorno : un’insalata verde. Buon appetito !

Annunci

8 thoughts on “In cucina con Alex : tradire Bordeaux per un piatto di lasagne

    • Bonjour ma chère Francesca ! En fait, j’ai utilisé l’emmenthal pour provoquer quelques commentaires indignés des lecteurs du blog. Mais même pas ! La recette semble avoir été appréciée !

      Alex

      • Incredibile più di mille alieni hanno apprezzato la brioche al nutella ! in queste tenebre, ho notato il lampo di lucidità di una commentatrice che ha realizzato la ricetta e che scrive : “l’unica cosa è che la nutella cotta in forno cambia sapore, lascia un retrogusto di bruciato” 🙂

        Cara Francesca, mi hai dato un’idea di post. La settimana prossima, presenterò un prodotto tipicamente bordolese, del tuo quartiere della Bastide, ancora più schifoso della Nutella !

        Alex

  1. C’est vrai : le nutella cuit a un goût amer …il faudrait le remplacer avec de la crème au chocolat noir (sans noisettes) ou sinon (encore mieux) avec de la gelée de framboise !

    Sono curiosa del post su qualcosa della Bastide. ( Mon coup de cafard pour le quartier tant aimé ! ) Mais tu sais que la dernière fois j’ai retrouvé la crêperie dont j’allais dîner parfois et dont ma prof m’emener pour jouer aux coquines ? C’est juste en face de l’église dans une petite rue ménant à rue montméjan.

    • Bien sûr que je me souviens de ta crêperie, j’ai une mémoire d’éléphant ! Disons que c’est fabriqué à la Bastide, mais cela se trouve uniquement dans les supermarchés du Sud-Ouest. J’irai en chercher samedi matin et je publierai le post lundi. Tu verras ce sera amusant et pas sans rapport avec le Nutella 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...