Anche a Bordeaux abbiamo la nostra piazza San Marco !

placelafargue

Bordeaux. Piazza Fernand Lafargue

Non l’avevo notato, l’altro giorno, quando sono passato piazza Fernand Lafargue ma sembra che la piazza sia diventata una zona di guerra tra il Municipio ed una irriducibile vecchietta di 75 anni che tutta la gente terrorizzata del quartiere chiama ormai dal suo spaventoso soprannome di guerra : Monique. L’oggetto del conflitto armato ? La colonia di piccioni che nutrisce ogni mattina la vecchietta e che sta proliferando a tale punto che la piazza Fernand Lafargue è diventata in qualche mese una nuova piazza San Marco. Non ridete ma la guerra ha già fatto alcune vittime e le battaglie tra la nonna e il Municipio sono feroci ! E non sarà il povero Joël Paillé, impiegato comunale, caduto sul campo dell’onore che potrà dire il contrario ! Povero innocente, chiamato dagli abitanti esasperati del quartiere, il tizio è tornato a casa con quattro punti di sutura alla testa. Colpa sua. Ma che idea andare in piazza, sotto le finestre di Monique, con una rete per catturare qualche piccione ? Il tizio non manca di coraggio ma assomigliava davvero ad un’operazione kamikaze tipo la carica della cavalleria polacca contro i carri armati tedeschi. Appena la vecchietta ha visto il povero Joël in piazza, lei ha cominciato a fare un baccano infernale per fare sfuggire i suoi amici alati. Poi, vedendo lo scarso risultato della sua manovra. Dovete sapere che i piccioni non possono più volare, sono addirittura obesi, la vecchietta distribuisce ogni mattina tonnellate di grano con l’aiuto di un carrello da supermercato. Dunque, dicevo, vedendo lo scarso risultato della manovra, la nonna è scesa dall’appartamento e ha massacrato il povero Joël a colpi di padella. Una vera furia si è abbattuta su di lui. E lui, ingenuo, di raccontare che pensava che la vecchietta volesse parlamentare ! Comunque Joël è diventato un eroe, una figura mitica, perché nonostante il sangue che gli grondava dalla fronte, è riuscito, chi sa come, a catturare 150 piccioni prima di essere ricoverato in ospedale ! Gli impiegati comunali sono tornati in piazza con la polizia, ma sono dovuti battere in ritirita sotto i secchielli d’acqua che Monique mandava dal suo balcone. Ovviamente, i poliziotti non hanno potuto arrestarla durante il tentativo di cattura dei piccioni, altrimenti sarebbero stati accusati di sequestro. Un fallimento totale. Qualche tempo fa, una vicina di Monique ha addirittura persa la testa e fa ormai il giro della piazza con una denuncia archiviata dopo un’aggressione di Monique, dicendo a tutti i passanti : “Volevo cacciare i piccioni, ma Monique mi ha saltata adosso e mi ha quasi scalpata !” Terribile. Ogni giorno piazza Fernand Lafargue ci sono delle scene incredibili : JP, il padrone del bar l’Ours marin, ha scivolato su dei grani e ha mancato rompersi la gamba ; i clienti del gelataio devono correre ai ripari perché sono bombardati in continuo di guano. E la diabolica vecchietta mi direte ? Non c’è niente da fare ha confessato, scoraggiato, l’assessore del quartiere, Jean-Louis David : “Da anni, i residenti fanno delle denunce o delle petizioni ma quando interveniamo la signora riesce a fare sfuggire i piccioni, lei è una specie di genio. Eppure la proliferazione dei piccioni è una piaga, riusciamo a regolare la popolazione dei piccioni ovunque tranne piazza Fernand Lafargue”. Finalmente, il Municipio ha dovuto issare la bandiera bianca e nominare un conciliatore che avrà il rischioso compito di fare accettare alla vecchietta uno spostamento dei piccioni in altri quartieri. Scommetto che questa nuova battaglia non sarà facile da vincere per il Municipio !

Annunci

7 thoughts on “Anche a Bordeaux abbiamo la nostra piazza San Marco !

  1. La vecchietta è mia omonima, ma devo confessare che tengo per l’operaio del comune e per chi sostiene la ricerca di una misura al proliferare di questi volatili.
    Sono appena tornata dalla Bretagna (poi ti dirò, Alex) e lì niente piccioni…solo gabbiani!
    Buona estate a tutti,
    monica.

    • Bentornata Mona 🙂 (Monica si dice cosi in bretone). Non è la tua omonima perché in Francia l’apogeo del nome Monique è stato l’anno 1946 mentre l’apogeo del nome Monica è stato l’anno 2007. Insomma la sillaba “que” sa di preistoria e la sillaba “ca” fa moderna 🙂

      Anche a me non piace la proliferazione dei piccioni in città, ma mi è simpatica la vecchietta e la sua battaglia contro il Municipio. Adesso riconosco volontieri che lo dico perché non abito il quartiere ! Non ne possono più gli abitanti….

      Buona sera Monica !

      Alex

      • In italiano, certo lo saprai, “mona” non suona proprio bene. In una varietà settentrionale è un’offesa (qualcosa come “testa di c…”)!
        Diciamo che mi va bene la preistoria, periodo -tra i due da te indicati- al quale, peraltro, sono anagraficamente più vicina. 😉

      • No, non lo sapevo per Mona ! Ti ho dato soltanto l’equivalente bretone di Monica che suona molto bene per noi francesi. Figurati se posso permettermi di offendere le persone che leggono il blog, già che vi conto sulle dita della mano 🙂

        Buona sera Monica,

        Alex

  2. Bonsoir Alex (accentato all’italiana sulla “A”) (sorrido)
    Bella la foto e l’immagine evocata.
    Mi sembra di riconoscere la piazza, a destra c’era forse la FNAC (magari sbaglio).
    Quanto a Monique, ai pennuti, al municipio, alla vicina…sembra un racconto di Stefano Benni. Lontano dalla città di Bordeaux per accostare l’episodio a situazioni di altri tempi.

    • A droite il y a la rue Saint James ou, dans une maison qui aujourd’hui menace ruine, un célèbre éditeur a publié pour la première fois les essais de Montaigne 🙂

      Très juste ce commentaire. En fait, deux personnages traditionnels de la farce bordelaise sont la Cadichonne et la Mayan, deux marchandes de poissons qui se disputaient à tous propos sur le marché place Fernand Lafargue il y a 200 ans. Les dialogues truculents des deux commères ont été immortalisés par un fameux écrivain bordelais : Antoine Verdié dit Meste Verdié. C’est pour cela que je trouve Monique sympathique, elle perpétue une sorte de tradition….

      Bonsoir Francesca !

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...