Triste Médoc

IMGP7858

E’ un piccolo vigneto a nord di Bordeaux nel sud Médoc, in un paese diventato un dormitorio per pendolari. Un piccolo vigneto che conosce ancora il suo guascone perché è situato tra la via Cantecric (cicala) e la via Cantelaude (rondine). Un piccolo vigneto che splende, spensierato, sotto la pioggia di un temporale d’estate. Mi sono sempre chiesto come mai questo vigneto di appena tre mille metri quadrati resisteva alla pressione urbana. Immaginavo i promotori immobiliari, dopo avere acquistato tutti i terreni intorno, fare l’assedio del proprietario irascibile proponendogli una montagna di euro per il suo piccolo vigneto. Immaginavo il vecchio proprietario che li faceva svignarsela alla grande. Sicuramente per il proprietario le botti di vino che lui traeva dal suo vigneto valevano tutto l’oro del mondo. Anno dopo anno, seguivo, da lontano, i lavori della vigna : la vendemmia in ottobre, la potatura, la raccolta dei sarmenti, i trattamenti con la poltiglia bordolese, l’aratura…ecc…Ancora quest’anno ho visto, in inverno, tre o quattro tizi cambiare i “carrassons” (pali da vigna) e preparare la prossima vendemmia come se fosse successo niente. In luglio i braccianti hanno fatto la vendemmia verde e il proprietario non deve vedere l’ora della vendemmia. Eppure non sarà una vendemmia come le altre perché sarà l’ultima. Lungo il piccolo vigneto sono fioriti degli strani fiori da cartello, che ti strappano il cuore, dove si  può leggere : ” Vendesi terreno edificabile per costruzione”. Conosco il proprietario del vigneto ma non avrei mai osato chiedergli perché vendeva il vigneto. Forse è diventato astemio, forse si sente troppo vecchio per curare il vigneto, forse è colpa dalla crisi ed i suoi figli hanno bisogno di soldi. Non ne voglio sapere la ragione. Ma comunque sarà triste vedere dei palazzi su una terra dove dovrebbe crescere soltanto dei Cabernet-Sauvignon, Merlot ed altri Petit Verdot.

Annunci

2 thoughts on “Triste Médoc

  1. Oh, Alex,
    quante volte abbiamo visto questo scempio anche da noi!
    I vigneti, le olivete, i semplici prati. Per non parlare delle coste, le spiagge, le scogliere….
    E sì, dicevi bene poche pagine or sono… è proprio una “strana giustizia” quella italiana!
    Buona giornata,
    m.

    • Buona sera Monica !

      Grazie per il commento. Quando ero bambino, la zona era in campagna. Oggi è una frazione anonima di Bordeaux. Mi hanno colpito i cartelli perché pensavo che il vigneto fosse immutabile, un punto di riferimento, qualcosa che non sarebbe mai toccato dai cambiamenti circostanti. Sbagliavo.

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...