Lacanau : un giorno d’estate sull’isola del tesoro

Io mi considero un ragazzo molto fortunato. Non perché ho dei soldi : non he ho.  Ma perché vivo vicino all’oceano Atlantico e ai grandi laghi che costeggiano il litorale dell’Aquitania. Nel Médoc, c’è il più grande lago di Francia quello di Carcans, scendendo a sud, sempre nel Médoc, trovate il lago di Lacanau ; ancora più a sud c’è la baia di Arcachon, a sud di Arcachon c’è l’immenso lago di Sanguinet e Cazaux, poi il lago di Biscarosse e quello di Parentis en Born, l’ultimo lago essendo lo stagno d’Aureilhan. Tutti questi laghi sono collegati tra loro grazie ad un bellissimo canale e mi piacerebbe davvero scoprire tutti questi laghi percorrendo in canoa la distanza che separa il lago di Carcans e lo stagno d’Aureilhan, circa 150 km. Ma per il momento è solo un sogno. Comunque, oggi, faremo una piccola escursione in canoa sul lago di Lacanau.

IMGP7792

In questo momento, abbiamo la bambina di mio fratello che sta trascorrendo qualche giorno di vacanza con noi per approfittare un po’ del mare. Oggi è un grande giorno per la bambina perché le ho promesso che questa domenica, finalmente, andremmo alla scoperta dell’isola del tesoro in mezzo alle acque del lago di Lacanau. La bambina alle otto del mattino è già pronta e viene a svegliarmi. Ma dai ! è domenica ! Ti ho detto, ieri sera, che partiremmo verso le undici ! Va bene, mi alzo. La giornata si annuncia caldissima e alle dieci fa già più di trenta gradi. Non devo dimenticare i sacchi di ghiaccio per le bevande ! Una volta che abbiamo riempito lo zaino, sembra pesare una tonnellata. Non c’è più spazio dentro e non ci siamo ancora fermati dal panettiere per comprare i mega panini per il picnic. Mi dispiace, bambina, devi sacrificare la tua collezione di bambole monster high, altrimenti non possiamo salpare.

Mentre passiamo davanti il canale di Lacanau, do un’occhiata a sinistra sapendo già che i quattro vecchietti che hanno l’abitudine di pescare hanno disertato il posto. Forse sono a casa, davanti alla T.V, aspettando impazientemente la fine dell’estate e il ritorno dell’autunno per impadronarsi di nuovo del canale abbandonato dai turisti. Per dire la verità, quando arriviamo alla spiaggia del Moutchic anche il “nostro albero” che fa una bella ombra  sul prato antistante il lago è stato preso d’assalto. Non so perché la gente si ammucchi su questa spiaggia. Io la frequento solo in primavera, in estate con la bambina andiamo più a sud dove il lago è totalmente incontaminato. Sul parcheggio della spiaggia del Moutchic si è sistemato un piccolo luna park e la musica è già assordante. La bambina ride vedendo i venditori di bomboloni che stanno già urlando sulla spiaggia e si mette a canticchiare : “Des beignets aux pommes pour les bonhommes ! Des beignets au nutella pour les nanas !” Ma lasciamo la spiaggia del Moutchic e scendiamo più a sud perché la nostra spiaggia segreta è dopo Longarisse, nella baia dei nenufari, sulla vecchia via di Compostela. La spiaggia che vedete sull’immagine sopra.

IMGP7799

Siamo domenica e non c’è un gatto. Raramente la gente scende  tanto a sud e non ho mai capito il perché. Il posto è selvaggio, in mezzo alla foresta di pini marittimi. Potete tranquillamente fare un picnic senza rischiare di ricevere un frisbee oppure un pallone da calcio. Non significa che non c’è rumore ma è dovuto ai cambiamenti climatici ! Quando ero bambino le nostre foreste di pini marittimi erano silenziose in estate, ormai sembra che l’Aquitania sia diventata la Provenza : le cicale hanno colonizzato tutta la regione ! Nella foto sopra, vedete un arcipelago composta da tre isole che sorgono in mezzo al lago di Lacanau. La più grande isola si chiama l’isola agli uccelli, le altre non hanno di nome.  Ogni anno, la bambina mi promette che imparerà a nuotare bene e così potremmo andare esplorare “l’isola del tesoro”. Ci spaventiamo parlando dei pericoli della traversata : squali, piranha e altre meduse mortali. Ma gli anni passano e la bambina non fa nessun progresso e guardiamo l’isola da lontano come un sogno inaccessibile. Ma quest’anno è un grande giorno perché un amico mi ha prestato una canoa e trascorreremo tutta la giornata sull’isola del tesoro. Soli al mondo.

IMGP7791

La vista sul lago di Lacanau verso sud dalla baia dei nenufari

IMGP7779

Per dire la verità, conosco bene l’isola del tesoro, ma faccio come se fosse la prima volta per me. Faccio apposto di abbordare l’isola ad ovest dove ci sono solo canne di palude, ginestroni e mangrovie. Così faccio lentamente il giro dell’isola e lascio la bambina scoprire un posto dove potremmo sbarcare.

IMGP7784

La bambina. Maledetta, non hai troppo usato la pagaia durante la traversata !

IMGP7781

L’isola del tesoro. Forse non abbiamo trovato un tesoro, ma guardate il colore oro delle acque che circondano il lago. E’ il sole che si rispecchia sull’alios nel fondo del lago che da questa straordinaria colore e vale bene tutte le acque turchesi del mondo.

IMGP7783

Finalmente, abbiamo scoperto un’insenatura dove sbarcare con il picnic.

IMGP7761

Appena arrivati andiamo a bagnarsi perché fa più di 35 gradi e l’acqua è invitante con la sua temperatura che deve raggiungere i 25 gradi. La bambina vorrebbe esplorare subito l’isola ma abbiamo il tempo. Facciamo già il bagno poi dobbiamo trovare un posto per mangiare tranquillamente sotto gli alberi, poi andremo a esplorare l’isola. Sono il capitano di questa spedizione, si o no ?

IMGP7766

E’ una vera isola con la sua foresta, le spiagge, le brughiere, la palude, la mangrovia. Lascio la bambina partire alla scoperta dell’isola mentre leggo, sotto gli alberi, il libro che mi sono portato. Ogni tanto, la bambina torna e facciamo il bagno insieme. Passiamo la domenica così. Siamo in paradiso.

IMGP7758

L’isola più piccola ad est dall’isola del tesoro.

IMGP7762

Sull’altra sponda dove ci sono gli alberi, c’è la spiaggia che abbiamo lasciato stamane.

IMGP7787

Non abbiamo visto il tempo passare e sono già le sei e mezzo. E’  tempo di tornare a casa, verso la civiltà. Una domenica di luglio a Lacanau.

Annunci

5 thoughts on “Lacanau : un giorno d’estate sull’isola del tesoro

  1. Mi dispiace di non essere tua nipote, Chissà come mi divertirei! 🙂
    Le mie nipotine le ho lasciate a Kigali. Anche a me piaceva portarle a spasso. Sapessi come mi mancano…
    Ciao Alex, buon lunedi’

    dragor (journal intime)

    • Lo so bene come ti mancano le tue nipotine, il Rwanda e anche la tua cognata ! Ma ci tornerai presto, no ? voglio dire la tua convalescenza è quasi finita o sbaglio ?

      Buona sera caro Dragor !

      Alex

  2. Pingback: Oceano : Un 23 settembre intorno al lago di Lacanau | Bordeaux e dintorni, stagione II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...