Francia, XIV luglio : La canzone di una rivoluzione

Il 14 luglio 1790 è stata organizzata a Parigi, sul campo di Marte, un’immensa festa per commemorare il primo anniversario della presa della Bastiglia : la Festa della Federazione. E’ questo giorno unico nella storia di Francia in cui è nata l’unità nazionale francese che festeggiamo ogni 14 luglio. I francesi  vennero da tutte le regioni di Francia per festeggiare la Rivoluzione. Michelet scrive nella sua storia della Rivoluzione francese : “si vide al 14 luglio dei marinai di ottant’anni che camminarono dodici ore di seguito ; avevano ritrovato le loro forze, si sentivano, al momento della morte, partecipare alla gioventù della Francia, all’eternità della patria”. Tutti questi francesi “en route” verso Parigi cantavano una canzoncina su un vecchio ballabile, e tutta la gente che sentiva il ritornello si metteva a cantare la canzoncina. L’organizzazione della Festa della Federazione fu un cantiere caotico, un casino spaventevole. Non solo pioveva come a Woodstock, ma gli aristrocratici e il clero tentarono tutto per impedire la celebrazione. Allora per confortarsi i parigini che siano ricchi, poveri, operai, artigiani, avvocati, contadini…ecc…cantavano la famosa canzoncina che dice : “Colui che si innalza sarà abbassato. Colui che si abbassa sarà innalzato”. Forse avete già indovinato il nome della canzone ? Si tratta di : Ah ça ira ! L’espressione significa semplicemente “ce la faremo”, “riusciremo” nel senso riusciremo a finire i preparativi per la Festa della Federazione. Una canzone gioiosa, pacifista, ottimista. La canzone di una Rivoluzione da non confondere con l’altro Ah ça ira, quello di 1793.

Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Il popolo in questo giorno ripete senza sosta,
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Malgrado gli ammutinati tutto riuscirà
I nostri nemici resteranno qui confusi
E allora noi canteremo “Alleluia!”
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Quando un tempo Boileau parlò del clero
Come un profeta ha predetto tutto questo.
Cantando la mia canzonetta
Con piacere diremo:
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!

Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Seguendo le massime del Vangelo
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Del legislatore tutto si compierà.
Colui che si innalza sarà abbassato
Colui che si abbassa sarà innalzato.
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Il vero catechismo ci istruirà
E il terribile fanatismo si spegnerà.
Per essere docile verso la legge
Ogni francese si eserciterà.
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!

Ah! terrà, terrà, terrà!
Lo legheremo troppo bene perché possa slegarsi,
Ah! terrà, terrà, terrà!
E fra duemila anni ce ne ricorderemo

Il dispotismo spirerà

La libertà trionferà

Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Non abbiamo più nobili né preti
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
L’uguaglianza ovunque regnerà
Lo schiavo austriaco lo seguirà
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
E il loro seguito infernale
Al diavolo andrà.

Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Gli aristocratici al lampione
Ah! riusciremo, riusciremo, riusciremo!
Gli aristocratici li impiccheremo!

Annunci

6 thoughts on “Francia, XIV luglio : La canzone di una rivoluzione

  1. Ma ve ne siete poi liberati davvero di tutti gli aristocratici -in senso proprio o in senso lato-? Oppure, anche da voi ha trionfato la regola del “perché niente cambi, qualcosa deve cambiare” di gattopardiana memoria?
    Buona Festa, cari amici di Francia!
    m.

    • E’ vero ci sono sempre degli aristocratici in Francia tranne che oggi si chiamano “le elite”. Significa semplicemente che ci sono ancora delle Bastiglie da prendere. Per il resto, oggi, possiamo scegliere liberamente il nostro Re repubblicano per un mandato di 5 anni. E poi noto che da noi ci siamo completamente sbarazzati della Chiesa. Almeno questa rivoluzione sarà servita a qualcosa 🙂

      Buona notte Monica (torno appena dai fuochi d’artificio !)

      Alex

  2. Canzone memorabile a parte un dettaglio: manifestare contro i preti citando il Vangelo è come manifestare contro i nazisti citando Mein Kampf.
    Ciao Alex, buon lunedi’

    dragor (journal intime)

    • A parte che è stata la gerarchia cattolica a manifestare contro la rivoluzione francese perché nel 1790 la Rivoluzione voleva solo del bene alla chiesa. Michelet scrive nela sua storia della Rivoluzione francese :

      “Elle accueillit avec plaisir (la révolution) les sympathies que lui témoignait la masse du clergé inférieur. Elle se laissa dire, elle crut qu’elle allait réaliser les promesses de l’Evangile, qu’elle était appelée à réformer, renouveler le christianisme et non à le remplacer. Elle le crut, marcha en ce sens ; au second pas, elle trouva les prêtres redevenus des prêtres, des ennemis de la Révolution ; l’Eglise lui appparut ce qu’elle était en effet, l’obstacle, le capital obstacle, bien plus que la royauté.

      La Révolution avait fait deux choses pour le clergé, donné l’existence, l’aisance aux prêtres, la liberté aux religieux, Et c’est justement là ce qui permit à l’épiscopat de les tourner contre elle ; les évêques désignèrent tout prêtre ami de la Révolution à la haine, au mépris du peuple, comme gagné, acheté, corrompu par l’intérêt temporel.

      Chose étrange, ce fut pour défendre leurs monstrueuses fortunes, leurs millions, leurs palais, leurs chevaux et leurs maîtresses, que les prélats imposèrent aux prêtres la loi du martyre. tel qui voulait garder huit cent mille livres de rentes fit honte au curé de campagne des douze cents francs de traitement qu’il acceptait de la l’Assemblée……

      Buona settimana Dragor !

      Alex

    • Sembra che il Ramadan sia il momento ideale : i tizi digiunano il giorno e si abbuffano la notte 🙂 si lamentava una mamma musulmana a proposito del marito e dei figli, l’altro giorno in T.V

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...