La regina italiana di Bordeaux !

IMGP7178

Cari lettori, ci troviamo cours du Chapeau-Rouge a Bordeaux. Prima di dare la risposta all’indovinello di ieri cioè : Chi è questa ragazza italiana ? Volete fare un giro a Bordeaux con me ? Il nome Chapeau-Rouge era quello di un famoso ristorante conosciuto dal XVI secolo e che aveva come insegna un cappello di cardinale. Il ristorante è stato distrutto nel 1676, era situato dove c’è oggi l’Hôtel Boyer-Fonfrède. Il nome “cours” deriva dall’italiano corso perché una volta non era l’inglese alla moda, ma l’italiano. Questi “cours” son gli antichi fossati che correvano lungo le mura medievali di Bordeaux. Nell’antichità, la città di Bordeaux era più estesa, ma è un’altra storia. Dunque, siamo Cours du Chapeau-Rouge, dirigiamoci verso il cours de l’Intendance (i bordolesi non dicono cours de l’Intendance ma l’Intendance). Avete visto il Grand Théatre a destra ? Nel medioevo, c’era ancora un tempio romano : i “piliers  de tutelle“. Invece a sinistra c’era già la rue Sainte-Catherine ! Imbocchiamo il cours de l’Intendance – il più bel corso di Francia – e seguiamo la nostra passeggiata verso piazza Gambetta. Se vogliamo costeggiare le mura medievali di Bordeaux, dobbiamo tornare a sinistra, un po’ prima di arrivare a Gambetta, rue de la Vieille Tour, attraversiamo la rue Porte Dijeaux e la rue de la Vieille Tour diventa la rue des Remparts. Adesso, sfociamo davanti al Municipio. Dobbiamo passare davanti il portale ovest del duomo, quello che ha preso Eleonoro d’Aquitania per sposarsi e giriamo a sinistra verso il cours Alsace et Lorraine. Scendiamo il cours fino ai moli e torniamo a sinistra per raggiungere il cours du Chapeau-Rouge. Che meraviglia ! Avete fatto il giro delle mura medievali di Bordeaux !

IMGP7180

Davvero strano ed esotico questo palazzo rinascimentale italiano al numero 40, cours du Chapeau Rouge, con la sua facciata gialla del Seicento. D’accordo è bello, ma, comunque, rompe l’armonia di un cours dove tutti gli altri palazzi celebrano l’apice dell’architettura classica francese del settecento e poi questo strano colore…..Questo palazzo è l’hôtel Martin de Laubardemont, uno dei più vecchi palazzi di Bordeaux, è stato costruito nel 1615.

IMGP7181

E’  un palazzo a nove campate. Le finestre sono rettangolari con gli stipiti a bugne a forma di arpa (si chiama così in francese). I mascheroni sono un’altra particolarità della città di Bordeaux ma qui sono più piccoli di quelli del settecento. A pianterreno, a sinistra dalla porta d’ingresso, sopra la prima finestra, ci sono due mascheroni che raffigurano un re ed una regina di Francia….

IMGP7182

Il tizio è Enrico IV….

IMGP7183

La ragazza è Maria de’ Medici. Cours de l’Intendance, c’è un’altra regina forse vi la mostro un altro giorno. Maria de’ Medici odiava il suo figlio Luigi XIII. D’altronde lei non amava nessuno. Quando Enrico IV è assassinato, Luigi XIII ha solo nove anni e la madre non voleva assolutamente condividere il trono con il rampollo. Lo odiava a tale punto che l’ha reso balbuziente e lo prendeva addirittura in giro davanti tutta la corte. Adesso, siamo il 25 novembre 1615 e Luigi XIII sta per sposarsi con Anna d’Austria nella cattedrale di Bordeaux. Il corteo reale deve attraversare Bordeaux passando Cours du Chapeau Rouge, rue Sainte Catherine e rue du Loup fino alla cattedrale. Luigi XIII per vendicarsi della madre, l’ha sistemata al primo piano dell’hôtel Martin de Laubardemont, dietro la finestra che vedete sul secondo scatto, per costringerla a guardare passare il corteo. Ogni volta che passo davanti il palazzo, mi piace immaginare la regina infuriarsi dietro i vetri.

IMGP7179

Ovviamente, Il matrimonio di Luigi XIII con Anna d’Austria ed i due mascheroni non ci spiegano perché questo palazzo è stato conservato. La città di Bordeaux è stata inglese fino al 1453 e difficilmente i bordolesi hanno accettato di diventare francesi. Amavano troppo la loro indipendenza. Subito dopo la guerra dei cent’anni, i francesi fanno costruire due castelli : il fort du Hâ a sud-ovest (esiste ancora oggi) e il castello Trompette che sorgeva a nord-est dove c’è la piazza dei Quinconces, i cannoni di questi due castelli sono puntati sulla città di Bordeaux. Nel 1675, i bordolesi si ribellano un’ennesima volta a causa di una nuova tassa sulle casseruole in stagno e prendono il castello Trompette. Luigi XIV assedia la città e per punire i bordolesi, nel 1676, fa radere al suolo un intero quartiere : il quartiere dei parlamentari situato tra il castello Trompette e il cours du Chapeau-Rouge. Tutto un stupendo quartiere rinascimentale rasato al suolo dal giorno all’indomani ! Immaginate lo shock per i bordolesi ! Inoltre sono confiscate le campane che hanno chiamato alla rivolta. Luigi XIV voleva distruggere il campanile di Saint-Michel, ma ci ha rinunciato all’ultimo momento. Forse temeva una nuova rivolta. Comunque, un immenso terreno abbandonato si estende dal castello Trompette fino al cours du Chapeau-Rouge ed i francesi possono di nuovo puntare i loro cannoni su Bordeaux. Di questo quartiere sussiste solo l’hôtel Martin de Laubardemont. Sapete perché ? non per una qualunque nostalgia di Luigi XIV per il matrimonio del padre e la nonna alla finestra. Assolutamente no ! Il palazzo è stato conservato perché ospitava la dogana e l’agenzia delle entrate !

Annunci

4 thoughts on “La regina italiana di Bordeaux !

  1. Senti Alex, visto che ne sai tante, mi racconti anche perché Luigi XIII viene a sposarsi a Bordeaux? E perché questa città è così importante nella storia di Francia. Nella mia totale ignoranza, dai tuoi commenti la percepisco come un contraltare di Parigi. Ci sono altre città che hanno assunto in passato una posizione particolare?
    Buona giornata,
    m.

    • Buongiorno Monica !

      Devi immaginare un film tipo Western. Maria de’ Medici ha assolutamente bisogno di un’alleanza con la Spagna cattolica. A nord, i principi francesi si sono ribellati, hanno dichiarato la guerra al re di Francia e vogliono contrastare il matrimonio di Luigi XIII a tutto costo. Siamo anche in mezzo ad una guerra di religione e L’Aquitania è piena di ugonotti ed anche loro vogliono impedire il matrimonio. Impossibile per l’infante di Spagna, Anna d’Austria, di raggiungere Parigi. Louis XIII e il suo esercito, inseguiti dai loro nemici, devono fare una lunga calvacata per andare a cercare la fidanzata sulla frontiera tra la Francia e la Spagna. Ovviamente, come negli Western, c’è anche la scena dello scambio dei prigioneri sul confine per sigillare l’accordo franco-spagnolo. In scambio di Anna D’austria, gli spagnoli ricuperano la figlia di Enrico IV : Elisabetta, costretta a sposare Filippo IV. Sempre inseguiti dai loro nemici, Luigi XIII e il suo esercito riescono a raggiungere Bordeaux dove possono sposarsi “in fretta”….

      Il 19 dicembre 1154, Eleonora d’Aquitania diviene regina d’Inghilterra e la Guascogna resterà inglese per tre secoli fino al 19 ottobre 1454 quando cade la città di Bordeaux. Durante i secoli seguenti, i bordolesi si sono rivoltati numerose volte contro l’autorità reale (diciamo fino alla distruzione del castello Trompette nel 1848). Ribellioni sempre schiacciati nel sangue. Bordeaux è stata sempre una città tollerante e i suoi abitanti tenevano più che tutto alla loro libertà e alla loro indipendenza. Insomma, una città con idee repubblicane d’altronde il ministro di Luigi XIV, Colbert diceva a proposito di Bordeaux : lontano dal Sole ! cioè dal potere reale.

      Inoltre, Bordeaux è stata più volte la capitale della Francia : nel 1870, 1914 e 1940…..

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...