Bordeaux : la madonnina di ruggine incoronata da una ghirlanda elettrica.

IMGP7139

Un lettore italiano di Bordeaux e dintorni, che ho avuto la fortuna di incontrare, a Bordeaux, qualche settimana fa, mi manda l’email seguente con una foto in allegato : “su Facebook ho trovato una foto di una Madonnina a Bacalan…Hai idea di dove sia ?” Prima di aprire il file, ero piuttosto pessimista perché le madonnine che ti sbirciano dall’alto di una nicchia sono circa 45 000 a Bordeaux ! Però l’enigma si è rivelata facile da risolvere perché c’era il nome della via sotto : “quai de Bacalan” e mi sono detto subito : “la madonnina non si trova a Bacalan, ma nel quartiere degli Chartrons”. Dopo una ricerca veloce su internet, ho effettivamente scovata la madonnina, in una nicchia, all’angolo tra il “quai de Bacalan” e “rue Chantecrit”. Ieri sera, sono andato a vedere la madonnina e ho scattato la foto sopra. La cosa più strana e che vivo da una vita a Bordeaux e non avevo mai notato questa madonnina. Forse, perché guardare è anche qualcosa di culturale e non ho l’occhio per vedere le madonnine !

Il quartiere degli Chartrons si estende lungo i moli di Bordeaux, dalla piazza des Quinconces fino al nuovo ponte di Bordeaux, dopo il ponte è il quartiere di Bacalan. Gli Chartrons è l’antico quartiere dei negozianti in vino di Bordeaux. D’altronde guardate i pianterreni dei palazzi. Notate le aperture ad arco di cerchio, erano tutti magazzini per depositare le botti di vino prima le spedizioni verso paesi lontani. Il nome Chartrons deriva dalla parola certosini perché nel medioevo, una palude vicina all’attuale piazza des Quinconces fu offerta a questo ordine religioso per edificare un convento. Fino alla rivoluzione francese, sempre vicino ai Quinconces, c’era anche una cappella, dedicata alla madonna, che accoglieva i marinai stranieri. Ma la madonnina sopra non c’entra. Nonostante, il nome “Chartrons”, il quartiere non è mai stato troppo “cattolico”. La chiesa Saint Louis des Chartrons è abbastanza recente e i negozianti in vino di Bordeaux erano tutti discendenti di olandesi o inglesi  quindi protestanti. Per quanto riguarda i marinai bordolesi lasciamo perdere ! Hanno sempre preferito mettersi sotto la protezione di altre divinità come l’abbiamo già visto in un post precedente e sopportavano solo le madonnine dei casini nei dintorni del quartiere Mériadeck ! Non sono rare le madonnine a Bordeaux. Questo tipo di nicchia che le accolgono si chiamano in francese : “niches cornières”. Non sono sempre delle madonnine. Per esempio, nel quartiere Saint Pierre, tra la “rue des Bahutiers” e quella “du Cancéra” c’è un San Pietro. Rue Neuve, c’è una madonnina, ma una volta c’era un San Giovanni Battista ! Probabilmente, la casa sull’inmagine sopra dove è stata inserita la nicchia ospitava una scuola, un orfanotrofio, un convento…ecc…o forse la madonnina ricorda semplicemente che la “rue Notre Dame” è solo a due passi….

IMGP7138

La “rue Chantecrit a Bordeaux che sfocia sui moli degli Chartrons. Sicuramente non la via più turistica di Bordeaux. La madonna si trova a destra al primo piano del palazzo che fa l’angolo. A sinistra, non possono rabberciare il palazzo, rimane solo i muri ! A destra, i palazzi sono ancora anneriti da secoli di inquinamento e aspettano la ristrutturazione. Su 30 metri di lunghezza facciamo addirittura un viaggio nel Bordeaux degli anni 70. Alle mie spalle, una casa di riposo ultramoderna, un complesso edilizio nuovo che aspetta ancora gli imbianchini. Tutto il quartiere fino ai bacini fluviali di Bacalan è un immenso cantiere edile.

Pensavo che il nome della via fosse una storpiatura  dai francesi di un nome guascone, cantecric, che significa “grillo” in italiano, ma è il contrario : sono i bordolesi che hanno storpiato un nome francese !  Volete la storia della via ? è abbastanza interessante !  Dobbiamo tornare all’inizio del XVIII secolo. Gli Chartrons non sono in centro città, ma ancora in campagna. Il quartiere comincia appena a svilupparsi con l’estensione del porto a Nord. Dove mi trovo ci sono dei vigneti, forse un mulino, qualche casa, un cantiere navale, qualche magazzino. Di fronte c’è il fiume, più largo di quello di oggi, che mi lecca quasi i piedi. Ci siete ?

Il 24 aprile 1754, l’intendente Tourny autorizza il signor Antoine Chantegrit (1726-1783), consigliere tesoriere di Francia e generale delle finanze per la generalità di Bordeaux (tante parole per dire ragioniere !) ad aprire una via di piedi 25 in larghezza su un terreno di cui è proprietario agli Chartrons. La detta via sarà di una grande utilità e il signor Chantegrit potrà tracciarla incessantemente a patto che indennizza i proprietari Girault, Le Clerc, Bensse e Andrieu che possiedono terreni sul passaggio della detta via. Insomma, il signor Chantegrit aveva un terreno incastrato tra altri terreni, senza accesso al fiume, e ha dato un pizzo all’intendente per fare sfrattare i suoi vicini ! Sicuramente, da buon ragioniere, il signor Chantegrit ha saputo fare moltiplicare da mille il valore del terreno !

Grazie Lazer_one ! Mi hai fatto scoprire qualcosa di Bordeaux che non conoscevo !

Annunci

2 thoughts on “Bordeaux : la madonnina di ruggine incoronata da una ghirlanda elettrica.


  1. impressionanti i “contrasti” urbanistici di Bordeaux: i magazzini allo sbocco della via sono stati ristrutturati completamente (ed hanno perso molto delle loro linee originarie) ed a meno di 50 metri si torna indietro di decenni.

    • I magazzini sui moli risalgono al 1925 e quando sono stati costruiti, hanno scattato una guerra fra antichi e moderni. Una volta si estendevano fino ai Quinconces, davanti a piazza della Borsa c’era un magazzino sotterraneo per non guastare la veduta. D’altronde, esiste ancora oggi, si trova sotto lo specchio d’acqua e serve di serbatoio….

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...