Zio, puoi spiegarmi cos’è….

A me non interessa la televisione. Se fosse solo per me, non l’accenderei mai ; anzi la porterei addirittura alla discarica. Ma non vivo solo e devo fare delle concessioni. Questa settimana, abbiamo la figlia di mio fratello per le vacanze scolastiche, la conoscete già : la diabolica, quella di 9 anni, che ho sorpresa un giorno a leggere i fratelli Karamazov nella mia biblioteca. Non toccare i miei libri le avevo chiesto e lei mi aveva freddato con una frase tipo : cosa ti importa ? Quando sarai morto, saranno tutti miei !

Oggi, la bambina ha voluto guardare la televisione. Non è possibile, ho risposto, se vuoi possiamo andare a fare una passeggiata in bicicletta, ti posso portare anche in spiaggia e dopo ci fermeremo per mangiare un gelato. Cosa ne pensi ? Dai, non possiamo stare a casa con questo bel sole ! No, devo guardare la televisione, la maestra ci ha chiesto di guardare un documentario che va in onda solo oggi. E va bene ! dirai alla maestra che tuo zio ti ha impedito di guardare questo fottuto documentario. Finalmente, ho dovuto cedere quando la bambina ha minacciato di chiamare i suoi genitori per denunciarmi. La morte nell’anima, ho acceso la televisione. A questo punto, devo fare una domanda ai miei lettori italiani : A cosa assomigliano le pubblicità televisive in Italia ? In Francia, forse è colpa della crisi economica perché non l’avevo notato prima,  dalla mattina alla sera, ci sono pubblicità destinati agli uomini che soffrono di due tipi di mali : i problemi di erezione, prima categoria ; l’eiaculazione precoce, seconda categoria. Ma dove sono finiti i macho francesi di una volta ?

Dunque, mentre la bambina sta aspettando il suo documentario, c’è una pubblicità che invita gli uomini a chiamare un numero verde per avere un trattamento  contro i problemi di erezione. L’uomo è sdraiato sul letto, insonne, torturato dall’angoscia mentre la moglie sta dormendo. Il tizio cerca le cause del suo problema (che a me non interessa !) e lo sentiamo pensare : forse è la stanchezza, il cane che sta guardando, il film di stasera, forse ho troppo mangiato…ecc…alla fine,  c’è un messaggio : non vi cercate più scuse, chiamate il numero verde…..Per dire la verità anch’io mi sento angosciato perché la bambina machiavellica potrebbe farmi una domanda imbarazzante. Ma lei si accontenta di un occhiolino. Brava bambina ! l’ho sempre detto che lei era svegliata. Deve saperne più di me !

Adesso, c’è un’altra pubblicità destinata agli uomini che soffrono di eiaculazione precoce ! La bambina ride vedendo due fiammiferi su un letto che si baciano ed appena il fiammifero “donna” bacia il fiammifero “uomo” costui si accende. La cosa che mi stupisce è che la bambina si mette a recitare il testo : l’eiaculazione precoce è un problema che riguarda un uomo su tre.  Fortunatamente, ci sono delle soluzioni. Informatevi su “garderlecontrôle.fr” e parlatene con il medico, potrà aiutarvi a non accendervi troppo in fretta ! Questa volta, la bambina si rivolge a me e mi chiede con aria innocente : zio, cos’è l’eiaculazione precoce ? Mi vengono le sudori freddi lungo la schiena. E che ne so io ? Perché non chiami i tuoi genitori ? Va bene, vai nella biblioteca e portami il vecchio dizionario della lingua francese. Adesso leggi la definizione di eiaculazione : “emettere con forza una secrezione”. Hum…piuttosto buia questa spiegazione, accordo. Dammi il tuo libretto, scrivo due parole per la tua maestra. Così quando tornerai a scuola, lei ti spiegherà tutto…

Annunci

12 thoughts on “Zio, puoi spiegarmi cos’è….

  1. I bambini fanno domande quando hanno necessità di risposte. Anche se queste risposte a noi adulti possono risultare faticose ed imbarazzanti. Un giorno mio figlio durante un tg mi domandò cosa significasse stupro. Aveva 8/9 anni e gli spiegai che lo stupro è una violenza che si compie su una persona, che la violenza è sbagliata, che costringere qualcuno a compiere qualcosa contro la sua volontà è sbagliato, che se una persona non ti ama e non vuole fare l’amore con te è suo diritto non farlo, se la costringi è stupro. Semplicemente, senza entrare in dettagli maggiori. Non condivido il delegare le risposte ad altri. Se tua nipote ha fatto la domanda a te era sufficiente rispondergli che l’eiaculazione precoce è un disturbo legato al sesso e che questo tipo di discorso è giusto farlo insieme ai propri genitori.
    Comunque mi hai fatto sorridere di prima mattina:) mi sono immaginata lo zio Alex arrossire!

    Buona giornata Alex

    Dona

    • Secondo me la bambina sapeva già tutto di questa pubblicità e voleva solo punzecchiarmi 🙂 Ho delegato la risposta alla maestra per vendicarmi di questa storia di documentario da guardare durante le vacanze. E’ il lato meschino della mia personalità….

      Buona giornata Dona,

      Alex

  2. Qui mi sembra (guardo pochissimo pure io la televisione e quasi solo quella “senza pubblicità”) che vadano tantissimo le pubblicità sui pruriti vaginali! Sempre cose belle!

    La bambina è diabolica, precoce e geniale 😛 che forte!
    Comunque mia sorella minore faceva sempre, sempre, sempre tutte queste domande a me. Mai una volta ai miei genitori. Forse sentono che c’è un sottofondo di imbarazzo per certi argomenti e preferiscono chiedere al di fuori? Io ai miei non ho quasi mai fatto domande del genere 🙂

    • I genitori sono liberali, nel senso che non nascondono niente e parlano di tutto con la bambina. Ma credo che sia nell’ordine delle cose. La bambina ha una cugina di 12 o 13 anni, venerata come una dea, suppongo che l’adolescente risponda già a tutte le domande di questo tipo. Mi spaventa un po’ sapere che la bambina ha ancora il “doudou” per andare a letto e l’anno prossimo alla scuola secondaria, avrà i corsi di educazione sessuale….

      Alex

      • Io educazione sessuale l’ho fatta alle elementari, alle medie e alle superiori… e se penso alle domande che mi pongono oggi le amiche, che ancora poco e andiamo verso i 30…, ho il timore che non siano stati affatto sufficienti O__o

        Buona serata, Alex 🙂

        Chiara

  3. Da un paio di settimane anche da noi è partita una pubblicità (ma è questo il nome adatto? ah, ah, ah!) in cui un enorme vaso di fiori si frappone tra i due a tavola impedendo di vedersi e comunicare. Il messaggio parla di disfunzioni erettili, se non sbaglio, e invita lui, ma anche lei -e quindi la coppia- ad informarsi su le terapie che possono rimuovere “il vaso di fiori”.
    Un altro genere che va tanto è quello dei prodotti che ti aiutano ad affrontare la menopausa. Ma qui deve essere una questione di mercato perché le donne di 50 e passa anni oggi in genere guadagnano e poi non sono più quelle di una volta e sono disposte a spendere per sentirsi meglio.
    Ciao,
    m.

    • Grazie per il commento Monica. sì anche qui, c’è questa pubblicità con il vaso di fiori che impedisce la comunicazione e il messaggio che parla di disfunzioni erettili….l’ho ancora visto stasera ! Altrimenti, in questo momento, ci sono tutte le pubblicità a proposito di prodotti miracoli che ti fanno diventare la regina della spiaggia in meno di una settimana 🙂

      Buona sera Monica !

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...