In cucina con Alex : Giù al Nord !

Forse, sono il solo francese che non ha visto il film : Bienvenue chez les Ch’ti oppure Giù al Nord come è stato stranamente tradotto in italiano. La settimana prossima faremo un viaggio al Nord. Ma niente Carbonade flamande, cozze e patatine fritte, fricandelle od altri formaggi puzzolenti spalmati sul pane e inzuppati nel caffè di cicoria. E sapete perché ? Perché sarà un viaggio a Nord di Bordeaux, in una zona del Médoc che veniva addirittura chiamata durante il Médioevo : le Fiandre del Médoc. Per sopportare i tormenti di questa spedizione al Nord, ho pensato a prepararci un piccolo viatico fatto con i  biscotti alla cannella tipici del Belgio e del Nord della Francia che si chiamiano : Spéculoos. E poi, c’è una lettrice di questo blog che va matta per gli spéculoos 🙂 Quindi, oggi, una ricetta veloce e facile : le tartellette allo spéculoos !

IMGP6754

Gli ingredienti :

Per la pasta :

  • 8 biscotti spéculoos
  • 220 gr di farina
  • 100 gr di burro
  • 5 cl d’aqua
  • un pizzico di sale

Per l’apparecchio (adesso che avete assaggiato la mia torta al limone, sapete che l’apparecchio designa il ripieno, la crema…ecc…) :

  • 120 gr di spéculoos
  • 30 gr di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di rum
  • 3 uova
  • 4 stampi per tartellette

IMGP6755

In un mixer, frullate gli otto biscotti fino ad ottenere una polvere fine….

IMGP6760

In una ciotola, unite la farina, i biscotti ridotti in polvere, il burro tagliato a dadi, l’acqua e il sale….

IMGP6761

Impastate bene e riservate il panetto in frigorifero fino al momento dell’utilizzo. Comunque, l’impasto deve riposare almeno 30 minuti….

IMGP6762

L’apparecchio è davvero semplice : 120 gr di speculoos ridotti in polvere, 30 gr di zucchero di canna, 2 cucchiai di rum, i tre tuorli d’uovo….

IMGP6763

Montate gli albumi  a neve….

IMGP6766

Almagamate gli albumi alla preparazione mescolando sempre dal basso verso l’alto….

IMGP6767

Stendete la pasta….Preriscaldate il forno (io ho la funzione torta) a 180-200 gradi…

IMGP6768

Foderate gli stampini con la pasta. In questa ricetta, non c’è bisogno di fare una cottura in bianco, ma non dimenticate di fare i fori con i rebbi di una forchetta….

IMGP6770

Farcite le tartellette con l’apparecchio allo spéculoos….

IMGP6775

Fate cuocere 20 minuti…..

IMGP6781

La cosa più importante : affogate le tartellette di panna acida (crème fraîche) ! E non mi dire che siete giù con queste tartellette ! Buon appetito e buon weekend a tutti !

Annunci

17 thoughts on “In cucina con Alex : Giù al Nord !

  1. L’aspetto delle tartellette è incredibilmente invitante! Hai un’idea se questi biscotti spéculoos si possono trovare anche in Italia?

  2. Buonissimi gli Spéculoos! Però in Italia non so, in realtà pure la panna acida ce l’hanno solo in certi supermercati (tipo una catena di market molto grossi in Veneto, non ricordo il nome ma è francese infatti ci si trovano varie cosette).
    Giù al nord paragonato al titolo originale non c’entra niente… però ha molto senso nel concetto Italiano di nord-sud 🙂
    Ti auguro un buon viaggio, allora!

    • La panna acida può essere sostituita con della crema Chantilly. Forse è ancora migliore. Grazie ma non esageriamo niente ! sarà un piccolo viaggio a qualche km a nord da casa mia 🙂

      Buon sabato Chiara !

      Alex

  3. Avoue-le : toi t’es un cuisinier-pâtissier ! ça peut pas être possible que tu saches faire ça ! (perfetto francese da petit nègre !)
    J’y crois pas !

    • J’ai vu un patissier faire la recette l’autre jour au salon du chocolat de Bordeaux. Je l’ai simplement reproduite ! Je peux même te donner la recette de la crème de spéculoos che tu aimes tant : 200 gr de spéculoos que tu réduis en poudre dans le mixer, tu ajoutes 30 cl de lait concentré non sucré, 1 petite cuillère de miel solide, la moitié d’une cuillère à café de cannelle en poudre. Un nouveau coup de mixer et le tour est joué ! Il faut la réserver 4 heures au frais avant de la consommer….

      Bon samedi Francesca !

      Alex

  4. COPIATA (la ricetta).

    Alex, permettimi, un clin d’oeil all’argomento del tuo post e alla città di L’Aquila, ferma a quattro anni fa:
    le ferratelle aquilane (il nome viene dall’attrezzo impiegato per prepararle, non sono gaufres e nemmeno stroopwafel, possono chiamarsi anche pizzelle). Eccole:

    E poi a L’Aquila c’è anche il torrone, al cioccolato.

  5. Tu as bien fait pour le clin d’oeil. J’ai une photo des abruzzes prise le 18 janvier 1915 qui me fait penser à la photo que tu as publié aujourd’hui…la sensation de quelque d’immuable.

    Comment se fait la pâte des ferratelle ?

    Alex

    • Allora io le mangio, non le ho mai preparate. Sono come le crêpes: ognuno ha la sua ricetta, più o meno segreta. Ti prometto che cerchero’ di averne un paio alle quali alleghero’ le mie impressioni…ma tu hai il “ferro” per farle?
      Quanto ai biscotti allo spéculoos, les LOTUS si vendono FORTUNATAMENTE anche in Italia in un qualsiasi supermercato.
      Merci infiniment pour la recette de la crème …Je te dirai (mais toi, tu as essayer de la préparer ?)

      • Non, mais j’ai un moule pour faire les gaufres.En fait, non, parce que je ne suis pas spécialement fan des spéculoos. C’est un peu toi qui m’as donné l’idée de faire la recette 🙂

        Alex

  6. Il Burundi è stato colonizzato dai Belgi.Ci sarà pure qualcuno che vende gli Spéculoos…
    Per la panna acida abbiamo il nostro ikivoguto
    Burro, farina, acqua e sale non sono un problema
    Et voilà les tartelettes des Ch’tis Girondins!
    Un grand merci Alex

    dragor (journal intime)

    • Grazie per il commento Dragor ! Si, siete stati colonizzati dai Belgi. D’altronde ho notato che quando pubblicchi foto su questo paese, c’è sempre una pubblicità per la birra Primus !

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...