Il Franponese : lo strano e poetico gergo francese dei giapponesi.

Non c’è dubbio che la lingua francese sia la più bella lingua del mondo….almeno per i nostri amici giapponesi ! Forse, perché questa lingua evoca la finezza, l’eleganza, Parigi, l’amour, il romanticismo…e cento altri luoghi comuni e cliché di questo tipo sui francesi. Forse perché, semplicemente, l’idioma suona molto bene alle orecchie giapponesi. Comunque sia, la lingua francese è onnipresente nell’arcipelago nipponico. Inumerevoli i marchi di abbigliamento, le magliette, gli articoli elettrodomestici, le pentole da cucina, le panetterie, le insegne pubblicitarie che portano nomi tipicamente francesi…ma come dire….spesso fuori dal contesto.  È questo strano uso della lingua francese che chiamiamo franponese e che fa crepare da ridere i francesi che visitano il Giappone. Immaginate la testa di  un turista francese a Tokyo che si imbatte sui biscotti “Petit Bit” (piccolo cazzo), le bottiglie di latte “ruisselant de joie” (grondante di gioia) oppure ancora le biciclette  “fromage” ! Il Franponese è una lingua unicamente scritta, ma comuque non ha niente a che vedere con le traduzioni automatiche su Internet. Volete sapere perché ? Perché questa strana lingua si interessa meno al senso che alle sonorità e alle assonanze. Una specie di poesia a grandezza naturale che immerge il viaggiatore francese dentro degli abissi surrealisti.

quando è sporco è pulito

Immaginate una lavanderia francese dove ci sarebbe scritto sulla porta : sporco, è bianco ! Grazie al Franponese, in Giappone è possibile !

Maximum Zizi 2

C’è bisogno di tradurre ? Zizi è una parola che utilizzano i bambini francesi per dire pene !

3

Poetico ! l’incontro dei dolci gustosi nella vegetazione ed il vento. Non mi chiedete cosa significa ! Forse è una sala da tè e c’è un giardino o una piccola terrazza dentro dove la gente può mangiare questi dolci ?

4

La bici “formaggio”. Sul telaio potete leggere “capezzolo grande” !

9

Pasticceria Romarin. C’è scritto in Franponese : Abbiamo avuto la sostanza dei sogni abbiamo sopportato un dolcetto. Devono non soltanto girare questa città fra poco piano che la corda di sia piccolo felicità”. Devo dire che la pasticceria Romarin mi lascia un po’ perplesso !

11

In Francia, non penso che una donna possa entrare in un negozio che si chiamerebbe “Cornuta” !

8

Decisamente questi giapponesi sono un po’ fissati ! Belle Pine cioè in italiano Bel cazzo !

10

Questa è davvero divertente ! Piacere due culi !

images

Cucina recipiente : il piatto di una donna è molto delizioso se questi piatti sono utilizzati. Egli diventerà buon a cuocere più lontano.

12

Io avrei scritto : ” J’ai survécu au tremblement de terre du Japon” ma in franponese dovete scrivere “getto surve culo al trema per terra del Giappone” !

Spero soltanto che il post  vi abbia divertito quanto me a scriverlo !

Annunci

12 thoughts on “Il Franponese : lo strano e poetico gergo francese dei giapponesi.

  1. Bonjour, Alex,
    je reste simplement la bouche bée. Quelque part tu as écrit “surréaliste”…j’ai des doutes : je pense à bêtises. Voilà c’est tout.
    Bonne soirée.
    P.S. pas tout ce qui est anatomie provoque le rire, je trouve “sale c’est blac” un super slogan !

  2. Bonsoir Francesca !
    J’avoue que j’ai fait un peu dans la facilité avec ma sélection d’images, mais je t’assure que certains intitulés trouvés sur internet sont vraiment surréalistes….mais faut dire que je suis bon public pour ce genre de truc. J’adore quand on maltraite le français 🙂

    Alex

  3. I giapponesi sembrano ossessionati dal sesso! Secondo me questi sono lapsus freudiani. Sesso e poesia, l’anima giapponese. Scommetto che questo post darà qualche idea al nostro amico HP….

    dragor (journal intime)

    • Voglio credere che non conoscono il senso delle parole e che si attaccano solo alle sonorità e assonanze ! Altrimenti i giapponesi sarebbero davvero volgari !

      Alex

    • Formidabile perché non voluta ! E’ tutto una questione di marketing ! Il franponese serve solo a dare un tocco di finezza e di esotismo a certi prodotti giapponesi….il risultato per un francese è esilarante !

      Alex

  4. Bellissimo! Vedi cosa si perde a non conoscere il francese! Chissà quante volte sono passato accanto a veri capolavori di comicità franponese senza coglierne l’essenza!!

    Come dice Dragor, le idee ci sono – e qualcuna l’ho già mostrata in passato. Ma sono sempre alla ricerca di nuove perle. Vuol dire che dovrò mettermi seriamente a studiare anche il francese ora!

    HP

  5. Francamente non conoscevo il franponese ! L’ho scoperto in un reportage televisivo…e mi ha fatto ridere solo a pensare ad alcuni dei tuoi racconti e cosa avresti potuto scrivere a proposito del Franponese. Meno male che i giapponesi non studiano seriamente il francese, il Franponese scomparirebbe 🙂 Adesso, par condicio, penso che facciamo la stessa cosa con la lingua giapponese in Francia o in Italia, ed i giapponesi devono esserne inorriditi….

    Alex

    • Buon giorno bordolesi di fatto o d’adozione!
      Pensavo, però, che il fenomeno contrario -come accenna Alex in chiusura di commento- dovrebbe essere più contenuto. Da noi (in Europa, intendo) è minore l’impatto della cultura giapponese. A parte qualche ristorante o qualche stilista, in che altro troviamo il Giappone? Nessuno si sente “figo” a portare addosso una scritta in giapponese inintellegibile ai molti.
      Diversamente, i giapponesi -ahimé- tendono ad allontanarsi dalle proprie origini per buttarsi a corpo morto in quelle degli occidentali (nordamericane comprese!).
      Per l’Italia, citerei, invece, l’imitazione dell’inglese. Ricordo un esempio da Beppe Servergnini il quale racconta che nella sua città c’è un negozio di abbigliamento che si chiama Top One (che significhi non si sa). L’aspetto comico consiste nel fatto che che le due parole sono scritte così vicine e con caratteri poco differenziati da risultare “topone”!

      Buona giornata.

      • Buongiorno e grazie per il commento Monica ! Sto ancora ridendo con la storia di questo negozio di abbigliamento che si chiama “Topone” ! A Bordeaux, il negozio Topone non farebbe scappare la gente ! Anzi il nome suona perfettamente italiano ! Invece un negozio Top one fa pensare ad un negozio di abbigliamento di terza categoria in una sordida periferia…

        E’ vero, da noi, l’impatto della cultura giapponese e più contenuto : è ridotto ai ristoranti e ai tizi che si fanno tatuare dei kanji che dicono : libertà, amicizia…o forse marmellata, 100% acrilico…ecc…

        A presto Monica !

        Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...