La cartolina di natale dal Cap Ferret

Cap Ferret, 23 dicembre 2012.

Cari lettori,

Qui al Cap Ferret dove ho trascorso la domenica, sembra che la profezia maya si sia avverata, il 21 dicembre ha veramente segnato la fine di un ciclo e l’inizio di un altro. Forse, in Italia siete ancora il 23 dicembre, ma noi al Cap Ferret siamo il 23 aprile ! Il sole splende, la pioggia è un lontano ricordo e la temperatura sfiora i 23 gradi ! I ragazzi sui campi di calcio giocano in calzoncini e a torso nudo ; cinque minuti fa, una vecchietta è appena uscita dall’acqua davanti a me e mi ha interpellato rimproverandomi di non fare il bagno con un’acqua a 14 gradi ! Ovviamente, qui, gli indigeni non credono alla profezia maya perché, l’anno scorso, la gente si bagnava già in marzo, ma comunque un 23 dicembre non l’avevo mai sentito dire !

Qui, davvero, succedono delle cose strane ! Per esempio, le ostriche non sono riservate ai ricchi (la dozzina costa  5.50 euro) e gli indigeni ridono quando sentono parlare di un supermercato di Bordeaux dove la dozzina di ostriche si paga 15 euro ! Che truffa ! esclamano gli ostreicoltori, ma veramente c’è gente pronta a pagare 15 euro…e quando dici che a Parigi si paga ancora di più, l’ilarità è al suo colmo…e gli ostreicoltori ti supplicano di smettere di dire sciocchezze perché sono pronti a pisciarsi addosso dal ridere !….

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

10 thoughts on “La cartolina di natale dal Cap Ferret

  1. Forse le ostriche si pagano 5,50 perché fa caldo e non sono tanto fresche 🙂 Scherzi a parte, se mi dai l’indirizzo… A Nizza costano più che a Parigi
    Volevo commentare il post su Bernard, ma un messaggio dice che la pagina è irraggiungibile
    Buon Natale caro Alex.

    dragor (journal intime)

  2. Ieri era la follia ! Mentre Arcachon e il Cap Ferret erano città fantasma, tutte le zone ostreicole tra Arès e Gujan-Mestras erano prese d’assalto dai bordolesi alla ricerca delle ostriche. Peggio di un mese d’agosto.

    Tutti i miei auguri di Buon Natale anche a te Dragor !

    Alex

  3. ATCHUVAPAMEDIR (amorce verlan) che quasi quasi è la California…E’ sempre stato così oppure colpa de l’ozono, lo scioglimento dei ghiacci bla bla bla altrimenti c’è da preoccuparsi. (La verità è che vi invidiamo, ho voglia di uscire ma il solo pensare di vestirmi come Totò e Peppino a Milano me cloue au lit).
    Buon natale Alex e divertiti in cucina!
    Z.

  4. Buon Natale Ferdinando ! Il problema non sono le ostriche, è tutto il resto ! Fortunatamente, babbo natale non mi ha dimenticato e mi ha portato un bellissimo pullover. Se tornasse il freddo…

    Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...