L’alfabeto di Carletto

Incredibile. Sono ancora sotto shock dopo questa chiamata ! Figuratevi che la figlia di mio fratello, una bambina che compirà tre anni in qualche giorno, mi ha chiesto  un libro parlante per il suo compleanno ed un computer per natale ! La tizia vorrebbe imparare il suo alfabeto e cominciare a leggere come sua diabolica sorella. Credetemi, l’uso dell’aggettivo “diabolica” è perfetto per descrivere la sorella. Un giorno, l’ho trovata nella mia biblioteca a leggere i fratelli Karamazov e parliamo di una bambina di otto anni ! Ma sapete cosa mi ha risposto la bambina quando le ho chiesto di non toccare i miei libri ? Non importa perché quando sarai morto, i libri saranno tutti miei ! Ho mancato fare un infarto…e adesso la sorella minore che vuole rovinarmi  con questa storia di computer e altri libri parlanti. D’accordo per i libri, ho risposto, perché ne ho piena la soffitta, ma non saranno parlanti, sono i libri che leggevo da bambino o piuttosto i libri che i miei genitori mi leggevano….Dietro la bambina, sentivo i genitori – pobabilmente spaventati all’idea di essere costretti a leggere alla piccola i miei  vecchi libri pieni di muffa – sussurrare : no, no…chiedi allo zio : un libro parlante…Ovviamente, ho ceduto. Ma stasera, sono piuttosto soddisfatto perché ho appena visto un reportage nel quale si diceva che un libro parlante fa più rumore di una discoteca ! un supplizio per i genitori che devono subire per ore un’orribile voce elettronica che “canta”  canzoncine tipo: “une souris verte“. E sapete che i bambini non si stancano mai. Per quanto riguarda il computer….sto ancora esitando….perché costa meno di 15 euro e potrebbe rompere i corbelli dei genitori ancora di più ! Ma, veramente i bambini di oggi hanno bisogno di computer, libri parlanti per imparare l’alfabeto oppure a leggere ? Non possono fare a meno ? Sotto un libro pubblicato nel 1877, nel quale Giorgio insegna, nel giardino, l’alfabeto a suo fratello minore Carletto con l’aiuto di una semplice asta….

Annunci

11 thoughts on “L’alfabeto di Carletto

  1. Alex, secondo me una bambina di 8 anni che legge Dostoievski_va incoraggiata in ogni caso, altrimenti potrebbe fare come la sorella e chiedere libri parlanti. E al posto di Carletto,, per imparare l’alfabeto vorrei una specialista di lap dance. Meglio del fratello 🙂

    dragor (journal intime)

  2. Francamente, mi era sfuggito…ma effetivamente sembra che Giorgio abbia inventato il lap dance alfabetico. Adesso che abbiamo tutte le lettere, possiamo immaginare una specialista che effettua un lap dance più letterario sotto forma di enigmi da risolvere….successo garantito nelle biblioteche comunali, librerie e altri saloni del libro….

    Non solo Dostoievski ma anche i pacchetti di biscotti…la bambina legge assolutamente tutto !

    Alex

  3. Bonjour Alex,
    alors par où il faut que je commence ?
    Tout d’abord i bordolesi non sono tirchi, anzi generosi e ospitali…tu sarai l’eccezione? (da qualche parte ho letto che scrivi di essere tirchio); ensuite je manque depuis quelque jours et je me sens perdue … ho dei post arretrati da leggere; puis un libro parlante ha tante utilità, certo è che questa ‘diavoleria’ allontana sempre di più i bambini dai genitori e si perde la magia di leggere insieme una fiaba (ma questa è un’altra storia), pero’ ‘riciclare’ i tuoi vecchi libri puzzolenti e ingialliti, naaaaaaaaaaaa, vuoi mettere il piacere dell’odore di nuovo, di carta e di copertina…Infine, il computer che ben venga, ma la nipotina divoratrice di libri e la sorellina desiderosa di apprendere a leggere dovrebbero non essere lasciate sole, ma accompagnate lell’impiego e nel ‘gioco’ del e con il pc…sinon si isoleranno sempre di più, già la lettura è un viaggio in solitario per poi incontrarsi con il libro, certo.
    Moi j’adore toutes les comptines, savez vous planter les chous et promenons nous dans le bois et pirouette et bcp d’autres encore …
    Torno a “lavorare”, buona serata e spero à bientôt.
    Sinon, toi, ça va ?

    • Bonjour Francesca ! Je pense que tu n’as que 5 post de retard ; je perds ma motivation quand tu es absente :-). Entièrement d’accord avec ton commentaire. Pendant les dernières vacances scolaires, la petite de 8 ans a passé une semaine à la maison, je l’ai emmenée chez Mollat où nous avons fait une razzia de livres que nous avons lus ensemble tous les soirs. Mais bon, s’il s’agit de dépenser de l’argent dans des livres parlants et un ordinateur pour une fillette de 3 ans ..je suis plus réticent. Surtout que j’ai eu l’impression que c’était pour éviter de faire la lecture le soir à la petite. Moi aussi j’adore les comptines surtout Dame tartine !

      Bonsoir Francesca !

      Alex

    • Una specie di pole dance alfabetico…Comunque ci sono lettere da evitare per la schiena tipo : B,C,D,G,O….ecc…

      Buona sera Don(n)a !!!!

      Alex

    • Ma grand mère me la chantait quand j’étais petit. Un peu inquietant ce “en ce moment”, j’espère que tu vas bien, Francesca !

      Bonsoir.

      Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...